boni
boni

Arezzo, 19 maggio 2021 - Torna ad alzarsi il sipario del Teatro Signorelli di Cortona. Sabato 29 maggio un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati dopo una stagione di totale astinenza da incontri in presenza con la cultura. È proprio nel periodo della conclusione della classica stagione teatrale che la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, l’Amministrazione Comunale e l’Accademia degli Arditi hanno voluto offrire al pubblico un’occasione per un’esperienza in totale sicurezza. All’insolito orario delle 18 sarà possibile assistere ad «Anima smarrita», una produzione dedicata a Dante Alighieri di Aida Studio a cura di Alessio Boni e Marcello Prayer.

«Il nostro cammino nella poesia italiana - spiegano gli autori - ci ha portato oggi a confrontarci con la complessa opera di Dante Alighieri avendo come perno e riferimento La vita nuova”. In un gioco di riflessi, disvelamenti e apparizioni, le nostre voci cercheranno di alternarsi e intrecciarsi per diventarne una sola, nella nudità scenica a servizio della parola. Lo studio della drammaturgia poetica da mettere in voce, anche questa volta, ci ha suggerito di accostare allopera di Dante, testimonianze audio di poeti del Novecento italiano, uniti tutti dallamore verso la Visione dantesca».

«È una gioia poter riaprire il nostro amato teatro - dichiara Mario Aimi, presidente dell’Accademia degli Arditi - è finalmente il momento di fare in modo che l’arte possa convivere con la tutela della salute, siamo convinti che i protocolli già adottati lo scorso autunno possano garantire a tutti la possibilità di godere di uno spettacolo teatrale o di una visione cinematografica, come avvenuto alcuni mesi fa».

«Siamo felicissimi - dichiara il direttore della Fondazione Toscana Spettacolo, Patrizia Coletta – di annunciare la riapertura del Teatro Signorelli. Si tratta di un nuovo inizio per la comunità di Cortona, di un ritorno al rapporto diretto tra artisti e spettatori che tanto è mancato negli ultimi mesi. La riapertura rappresenta un momento di nuovo slancio per la città e per la sua vita culturale: il teatro torna finalmente ad essere un luogo di incontro, condivisione, trasmissione di contenuti e crescita».

«Consapevoli di tutte le difficoltà che il mondo della cultura e dello spettacolo hanno attraversato, siamo ancora più lieti di poter tornare ad offrire momenti come questo per il pubblico e occasioni per tutti gli addetti ai lavori - dichiara l’assessore alla Cultura, Francesco Attesti - questa non è un’apertura simbolica, è un evento che sancisce la ripartenza che proseguirà poi per tutta la prossima stagione nel rinnovato parterre».

Per assistere allo spettacolo è obbligatoria la prenotazione, per la platea attraverso la biglietteria di Terretrusche: ticketing.terretrusche.com mentre per i palchi è necessario telefonare allo 0575 606887 o in via Nazionale, 42 - Cortona.