Miele e Luca Piergiovanni
Miele e Luca Piergiovanni

Arezzo 13 gennaio 2021 - Due milioni di visualizzazioni sul web e oltre centomila ammiratori su Facebook per le storie del piccolo cagnolino Miele, ma anche gli auguri di Natale, la  festa di Capodanno,il dj set per le feste, le  letture di autori e attori in diretta di alcuni passi più divertenti tratti dal libro delle sue avventure uscito nel 2018 ma sempre in testa alle classifiche.  All’inizio era una storia d’amore quella tra un cane e il suo amico umano. Poi è diventata voglia di condivisone impossibile da non raccontare. E così Luca Piergiovanni, aretino, insegnante di lingua italiana alle scuole medie, ha deciso di farlo in un libro "Io e Miele”. Inizialmente per bambini poi per famiglie e adulti. Sì, perché è naturale innamorarsi di Miele, piccolo meticcio bianco, che partecipa da protagonista alle presentazioni del libro di cui è protagonista con il suo elegante papillon. Si fa accarezzare da tutti poi quando è stanco decide di dormire e lo fa, ovunque si trovi. 

Dopo un successo editoriale che lo ha visto in testa alle classifiche Amazon, dopo aver superato i centomila ammiratori  che lo seguono sulle pagine Facebook tanto da farlo diventare una star del web, dopo tre edizioni e migliaia di copie vendute, dopo la versione illustrata  da Marina Canziani Piccinini e intitolata “A spasso con Miele”, ora queste avventure scritte a due mani e quattro zampe sono diventate un audiolibro, letto dall'attrice di teatro Cinzia Vaccari, con produzione e assemblaggio di Mario Rotta. Tutto da ascoltare, soprattutto dai  bambini che ancora non sanno leggere o da chi è abituato ad andare in giro con le cuffiette.

Sono stati scelti gli episodi di vita più divertenti, capitati veramente all’autore, anche se a volte quella di Miele sembra una fiaba, una bellissima fiaba. Ma chi ama gli animali e ha la fortuna di averli accanto sa che tutti i giorni con loro è proprio così.  Forse è tutto qui il segreto del successo di questo libro. “Glielo dovevo - spiega Piergiovanni - mi ha aiutato in uno dei momenti più bui della mia vita quando da laureato e specializzato non vedevo sbocchi lavorativi. Ed è stato lui a scegliermi, leccandomi la mano. Da quel momento ci insegna a vivere e ad amare”.