Poppi (Arezzo), 11 aprile 2007- 'Le parole e il silenzio' . Un ciclo di incontri sulle orme del messaggio di Tiziano Terzani, nella splendida cornice del castello casentinese di Poppi.

 

Le parole saranno quelle che scrittori, giornalisti, scienziati, artisti del nostro tempo proveranno a calare dentro il 'rumoroso-silenzio' del Casentino "perchè - come si legge nella presentazione - solo il silenzio ci può aiutare a cogliere parole non superflue".

 

Le riflessioni che Terzani ha dedicato 'al viaggio più impegnativo, più intenso' e cioè la ricerca di un senso per vivere, saranno il punto di partenza di un percorso itinerante nel quale volta volta muteranno i temi e gli scenari (dopo Poppi, Rondine e infine la pieve di Romena).

 

GLI INCONTRI ED I TEMI

Il ciclo di incontri, organizzato dalla Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi in collaborazione con la 'Fraternità di Romena' e la 'Cittadella di pace' di Rondine, si aprirà toccando l'argomento forse più delicato: l'imponderabile incontro con la malattia, e la nostra capacità di starci dentro. E proprio per evidenziare il filo diretto con il percorso di Tiziano Terzani, l'incontro, intitolato 'la mia salute nella malattia' avrà per ospite Angela Staude Terzani compagna di una vita di Tiziano, insieme a Lucio Luzzatto, genetista e ematologo di fama mondiale, e a Donatella Carmi Bartolozzi, presidente di 'File' la Fondazione italiana di leniterapia che si occupa della vita 'alla fine' sostenendo i malati a vivere al meglio il tempo che rimane. L'incontro, in programma sabato 14 aprile, ore 16 al castello di Poppi, sarà condotto dai giornalisti Massimo Orlandi e Paolo Ciampi.

 

Le altre tappe de 'Le parole e il silenzio' arriveranno a cadenza mensile: il 21 maggio, alla cittadella della pace di Rondine, protagoniste saranno alcune 'donne di pace': Rita Borsellino, sorella del magistrato ucciso dalla mafia, Lisa Clark, portavoce dell'associazione Beati i costruttori di pace e pacifista tra le più impegnate e conosciute e Amalia Ciardi Duprè, scultrice che si è sempre distinta per la sua sensibilità civile.

 

Infine, a conclusione del ciclo, il 17 giugno alla pieve di Romena arriverà Erri De Luca, uno degli scrittori italiani più amati e apprezzati, per offrire stimolanti spunti sul tema 'Il richiamo dell'infinito'.