Forte dei Marmi, 26 agosto 2017 - Paura alla storica "Capannina" di Forte dei Marmi: nella serata di venerdì 25 agosto qualcuno avrebbe spruzzato dello spray al peperoncino, creando irritazioni alle vie aree per una ventina di persone. Che hanno dovuto ricorrere alle cure dei medici. E un minorenne presente alla serata è stato bloccato mentre rubava nelle borsette. Il locale era pieno, come accade sempre nei weekend e la serata stava proseguendo in maniera regolare. In consolle c'era tra l'altro un grande nome della musica da discoteca, quel Gigi D'Agostino mattatore degli anni Novanta e ancora molto apprezzato.

A un certo punto diverse persone hanno avvertito bruciore alle vie aeree. Tanto che è stato richiesto l'intervento dei vigli del fuoco, arrivati con il Nucleo Batteriologico, Chimico e Radiologico regionale. Immediato il soccorso agli avventori e una ricognizione del locale da parte di squadre del comando di Lucca. Gli uomini, che avevano fatto intanto evacuare il locale, hanno trovato nel locale un paio di bombolette spray al peperoncino, che sarebbero state spruzzate forse per un certamente non divertente scherzo. L'intervento dei vigili del fuoco è avvenuto alle 2.30 e si è concluso un paio di ore dopo. 

Le immagini delle telecamere di sicurezza sono al vaglio degli investigatori. Il minorenne bloccato, straniero, aveva compiuto atti di sciacallaggio, rubando durante la confusione successiva all'allarme ma non risulta al momento connesso all'episodio dello spray al peperoncino. Sul posto anche polizia, carabinieri e mezzi 118 con auto mediche, ambulanze, medici e infermieri.

IL 'PATRON' DELLA CAPANNINA "Davvero un brutto scherzo, in 50 anni di attività non mi era mai capitato di dover vivere una serata come quella appena trascorsa. Mi dispiace per chi è dovuto andare a farsi medicare in ospedale". Lo ha detto  il 'patron' della Capannina, Gherardo Guidi. «Ringrazio i miei collaboratori, le forze dell'ordine e la professionalità del dj Gigi D'Agostino, che ha fatto davvero uno spettacolo degno dell'evento. Dopo l'interruzione per quanto accaduto tutto è ripreso bene, ed è stato davvero bravo. Abbiamo finito alle cinque stamani di sistemare il locale pronto per la serata di stasera" ha spiegato Guidi. "Insieme ai miei collaboratori - ha poi aggiunto - abbiamo individuato probabilmente chi ha lanciato il peperoncino verso la clientela. È riuscito però a dileguarsi fra la folla, si tratta di un uomo alto circa 1,80 metri, castano-biondo, spero che le forze dell'ordine riescano a trovarlo, perché ha rischiato di rovinare quella che doveva essere una bella serata, e che in parte siamo riusciti comunque a salvare. Nella mia lunga carriera non mi era mai capitato di assistere ad una cosa del genere. Sono stanco, ma vado avanti insieme ai miei preziosi collaboratori e ringrazio chi ci continua a dare fiducia dopo tanti anni".