Capezzano Pianore(Lucca), 31 gennaio 2018 -  Sciopero questa mattina davanti ai cancelli della Ercos Ponsi di Massarosa. Lo riportano i sindacati. «Questa mattina, in via dei Ghivizzani, davanti alla sede della ditta Ercos Ponsi - ha sottolineato Mauro Rossi, segretario generale Fiom Cgil della provincia di Lucca - sono venuti a portare la loro solidarietà tanti ex colleghi ora in pensione: è un segnale rilevante che fa capire l'importanza che questa azienda ha avuto non solo dal punto di vista occupazionale e produttivo, ma anche per quello che ha saputo esprimere in termini di relazioni e sviluppo della coscienza sindacale».

A questi, con gli striscioni, si sono aggiunte le Rsu di alcuni grandi aziende della provincia di Lucca. Presenti anche alcuni esponenti di forze politiche e, come rappresentanti istituzionali, il consigliere regionale Stefano Baccelli e il vicesindaco di Massarosa Damasco Rosi. «L'assemblea riunita stamani davanti ai cancelli - ha spiegato Nicola Riva della Fiom Versilia - ha deciso altre 16 ore di sciopero, delle quali una parte sarà utilizzata il 9 febbraio, in occasione della convocazione presso la sede di Assindustria a Lucca, giorno in cui inizierà la trattativa con l'azienda per scongiurare i licenziamenti». Mercoledì 7 febbraio, in Regione, i sindacati ripeteranno all'incontro convocato all'unità di crisi da Simoncini, quelle che secondo noi, si spiega in una nota, sono le priorità utili per salvaguardare il lavoro e l'occupazione.