Viareggio, 14 marzo 2017 - Due giovani marocchini, un minorenne e un 19enne, hanno rapinato un coetaneo, durante la tradizionale festa dei 'cento giorni alla maturità' che si tiene in piazza Mazzini a Viareggio.

La vittima, in compagnia di altri amici, si è accorta che qualcuno gli stava tastando lo zaino e ha notato due giovani nordafricani che si passavano il suo portafogli e si davano alla fuga tra la folla degli studenti.

Il derubato li ha inseguiti, mentre gli amici fornivano le descrizioni dei ladri alla sala operativa del Commissariato di Polizia, che inviava due Volanti alla ricerca dei responsabili e allertava la Polfer.

Poco dopo, il giovane derubato avvicinava i magrebini per chiedergli la restituzione del portafogli, ma veniva colpito da uno dei due che, per guadagnarsi la fuga, gli sferrava un pugno sul volto, provocandogli una ferita più tardi giudicata guaribile in 7 giorni.

La Squadra Volante e gli agenti della Polfer di Viareggio hanno però bloccato i due fuggitivi nei pressi della stazione e li hanno portati in Commissariato, dove il maggiorenne, gravato da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, è stato arrestato per rapina impropria e trasferito in carcere a Lucca, mentre il minorenne è stato denunciato in stato di libertà e affidato, in serata, ai genitori.