Viareggio, 15 luglio 2017 - Una serata glamour come si attendeva. La prima della Turandot firmata in regìa da Alfonso Signorini ha smosso il Bel Mondo della Viareggio e Versilia vacanziera e tanti personaggi del mondo dello spettacolo. Come Federica Panicucci che è arrivata fasciata in un tubino nero lungo e capelli raccolti in uno chignon.

Daniela Santanché, elegantissima, era accompagnata da Dimitri D’Asburgo Lorena. Molti occhi puntati su una Simona Ventura in grande forma ha sfoggiato un foulard rosso annodato al collo e una gonna lunga a righe multicolor. Non si è smentita Valeria Marini. La giunonica Valeria è arrivata al Gran Teatro in largo anticipo, intorno alle 19,30. Ha chiesto un camerino per cambiarsi l’abito e truccarsi. E’ apparsa in abito lungo con strascico, quasi tutto di paillettes dorate e genroso scollo sulla schiena e indossando una borsa limited edition di Vuitton.

I capelli erano raccolti con un fermaglio e una spilla scintillante con gli strasse. Valeria si è prestata ai selfie con i tanti fans e con le amiche Ventura e Panicucci.

Attesissima anche la presenza di Andrea e Veronica Bocelli. Il cantante era in completo blu con foulard multicolor al collo mentre la consorte ha sfoggiato un abito di pizzo bianco con decoltè dello stesso colore. Insieme alla coppia anche i figli di Andrea. Tutta la politica della Versilia non ha potuto mancare all’appuntamento che ha di fatto dato il via ai grandi eventi dell’estate.

A fare gli onori di casa il sindaco Giorgio Del Ghingaro che ha accolto tutti i primi cittadini del nostro territorio. La Fondazione Festival Pucciniano ha preparato per gli ospiti vip un aperitivo di benvenuto dove la scenografia erano delle lanterne da esterno bianche e rose rosse.

Apprezzatissimo l’aspetto prettamente culinario con i drink a base prevalentemente di bollicine accompagnati da sfiziosi finger food come mini hamburger, porzioni di farro e tanta frutta. Una prima di Turandot all’insegna dell’eleganza (anche quella dei carabinieri in alta uniforme) che non ha mancato di ricordare, doverosamente, il senatore ed ex ministro Giovanni Pieraccini scomparso poche ore prima. era un grande amico del Festival. Tutto il pubblico si è alzato in piedi.

Francesca Navari