Viareggio, 13 luglio 2017 - E' riuscito appena a varcare l’ingresso della corte, dopo una giornata trascorsa al mare con i suoi familiari. Oltre il cancello, prima di entrare in casa, il rumore metallico della bici che trainava a mano contro il pavimento ha lasciato presagire il dramma. Che si è consumato in un attimo, senza scampo. Edward Richard Hily, sessanticinquenne nato negli Stati Uniti ma residente in città, si è accasciato nel piccolo giardino della sua casa in via XX Settembre. Di fronte all’istituto delle suore Dorotee. Sembrava un banale malore, una caduta accidentale. Ma quando i suoi cari si sono accorti che l’uomo non rispondeva agli stimoli hanno chiamato immediatamente i soccorsi, e sul posto il 118 ha inviato un’ambulanza della Croce Rossa. Quando i sanitari si sono avvicinati hanno capito immediatamente che le sue condizioni erano serie. Per cinque minuti hanno provato a rianimare l’uomo, cercando con quelle manovra salvavita di far ripartire il cuore. Che si era fermato. Poi l’intervento del personale dell’automedica, che hanno proseguito sul posto con la rianimazione. Infine la corsa disperata al pronto soccorso del Versilia. Ma il cuore di Edward Richard Hily non è più tornato a battere. L’uomo è deceduto al Versilia.