Forte dei Marmi, 3 febbraio 2018 - Un vero e proprio pendolare del crimine che per due anni ha agito furbescamente. Arrivava dalla Campania, soggiornava lontano dalle zone affollate dopo poi entrava in azione. Obiettiv o prioritario furti e rapine di orologi di lusso e accessori di qualità. Ma i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Viareggio e della stazione di Forte dei Marmi, supportati dai Carabinieri delle compagnie di Napoli Stella e Napoli Centro, sono riusciti a incastrarlo. E hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di carcerazione ei confronti del quarantenne napoletano Marco Barbuto, già noto alle forze di polizia, ritenuto responsabile dei reati in concorso di rapina e furto con strappo di orologi di lusso, commessi in Versilia tra l’estate del 2015 e 2017.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Lucca e l’uomo viene ritenuto responsabile di diverse rapine e furti con strappo di orologi di pregio, avvenuti in più occasioni tra il 2015 ed il 2017 tra i comuni di Forte dei Marmi, Viareggio e Pietrasanta.

Le indagini dei Carabinieri sono partite a seguito della rapina di due Rolex avvenuta in città nel luglio 2016 ed hanno permesso di individuare i soggetti responsabili che, periodicamente, partivano in trasferta da Napoli per compiere i furti e le rapine in Versilia.

In particolare, erano brevi trasferte, alloggiavanoin località distanti dalle zone da colpire e, successivamente, al momento opportuno, si spostavano sugli obiettivi. Una volta individuata la vittima, operavano repentinamente per poi rientrare a Napoli dopo alcuni giorni.

Nel corso delle indagini, nel giugno 2017, i militari dell’Arma hanno arrestato in flagranza altri quattro soggetti napoletani che avevano appena rapinato un orologio “Patek Philippe”, del valore di circa 35.000 euro, ad una donna che passeggiava al Forte. L’attività investigativa ha permesso di raccogliere elementi probatori anche nei confronti del Barbuto ritenuto responsabile di almeno tre episodi avvenuti in Versilia tra il 2015 ed il 2017, nel corso dei quali ha rapinato e rubato orologi di lusso per un valore complessivo di oltre 90 mila euro.euro.

A questo punto, sulla base degli elementi di prova forniti dai Carabinieri, il Gip di Lucca ha emesso l’ordine di custodia cautelare eseguito a Napoli. Effettuate anche numerose perquisizioni nel corso delle quali è stato intercettato l’uomono partenopeo finito dietro le sbarre.