Viareggio, 20 novembre 2017 -  DURANTE controlli notturni fatti sul territorio provinciale i carabinieri hanno scovato un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti di ogni tipo ed hanno arrestato due persone e denunciato un altro soggetto.

IN PARTICOLARE, nel corso del servizio, durante un posto di controllo alla circolazione stradale a Camaiore, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Massarosa ha intercettato un furgone bianco con tre soggetti a bordo che, alla vista dei militari, ha prima accennato a fermarsi, poi, con una manovra repentina, si è dato alla fuga. Ne è nato subito un inseguimento ma, in breve tempo, diverse pattuglie dell’Arma hanno raggiunto il furgone ed hanno bloccato i tre soggetti, due uomini ed una donna. Una volta fermati, uno dei tre, I.T., dell’88, di Camaiore, incensurato, nel tentativo di evitare il controllo, si è scagliato contro i militari, spintonandoli, scalciando e cagionando loro lievi lesioni. Con qualche difficoltà, i Carabinieri sono riusciti a portare alla calma la situazione ed hanno sottoposto i soggetti a perquisizione personale; due dei fermati, un ragazzo di Camaiore, V.T. del ’74, già noto alle forze di polizia e la ragazza, V.D. dell’88, incensurata, sono stati trovati in possesso rispettivamente, l’uomo di circa 11 grammi di sostanza stupefacente del tipo Mdma e di una pasticca di colore rosa di sostanza stupefacente del tipo “ecstasy”, la donna di 7 pasticche di sostanza stupefacente del tipo ecstasy e una bustina contenente circa 1 grammo di marijuana.

I CARABINIERI hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione di V.T. e hanno rinvenuto un ingente quantitativo di altre sostanze stupefacenti: 438 pasticche di colore rosa di sostanza stupefacente del tipo ecstasy, 30 grammi di eroina, circa 1 grammo di cocaina, 7 grammi di marijuana ed alcuni bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga da smerciare.

A CONCLUSIONE delle operazioni, i tre giovani sono stati condotti in caserma e V.T. è stato dichiarato in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: T.I. è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, mentre la ragazza è stata denunciata all’autorità giudiziaria in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Al termine delle formalità di rito, gli arrestati sono stati messi agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida al Tribunale di Lucca. I Carabinieri proseguiranno anche nei prossimi giorni con ulteriori servizi rinforzati di controllo del territorio su tutta la provincia, con una attenta vigilanza delle zone più sensibili e più isolate, al fine di prevenire e reprimere eventuali reati, con particolare riguardo ai furti in abitazione ed ai reati contro il patrimonio in genere.