Viareggio, 4 febbraio 2018 - È stato arrestato e trasferito in carcere l'automobilista che questa mattina poco prima delle 5, a viale Europa in Darsena a Viareggio, ha investito due giovani che stavano attraversando la strada ed uno dei quali è morto. Si tratta di un 25enne, trovato dai carabinieri nella sua casa di Torre del Lago.

Dagli accertamenti svolti il 'pirata' sarebbe risultato positivo all'alcool test e all'hashish. Secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine il tasso alcolico presente nel 25enne sarebbe stato di 1,10g/l.

Il giovane ha abbandonato l'auto sulla quale viaggiava, una Lancia Y, poco distante dal luogo dell'incidente. Importanti sono state le testimonianze di alcune persone presenti al momento dei fatti e che hanno permesso ai militari di risalire all'identità del conducente. Il 25enne è stato portato prima al pronto soccorso dell'ospedale Versilia per le analisi tossicologiche e poi trasferito presso la compagnia dei carabinieri di Viareggio, diretta dal capitano Edoardo Cetola, dove è stato interrogato prima di essere condotto nel penitenziario. L'accusa nei suoi confronti è di omicidio stradale, oltre a lesioni gravi.

La vittima dell'investimento è Andrea Lucchesi, 21 anni, di Lucca. Ferito gravemente un suo amico di 25 anni, Fabio Biagini anche lui di Lucca: è ricoverato all'ospedale di Livorno. 

I due ragazzi erano a piedi sul vialone quando l'auto li ha investiti. E' successo intorno alle 4,45. Probabilmente le due vittime erano appena uscite da uno dei veglioni di carnevale in uno dei tanti locali dela zona.

Prima dell'inizio del secondo corso mascherato del carnevale di Viareggio è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare Andrea Lucchesi, il giovane morto questa mattina dopo essere stato investito dall'auto pirata. La presidente della Fondazione Maria Lina Marcucci, dal palco, ha voluto così ricordare il giovane deceduto.