Viareggio, 28 gennaio 2016 - Il tenore Andrea Bocelli e il campione del mondo di dama inglese Michele Borghetti hanno incrociato le... pedine all'istituto Buonarroti di Forte dei Marmi. Un'esibizione-show con l'obiettivo di promuovere un progetto didattico contro la ludopatia dal titolo "Gioco scaccia gioco". Sarà trasmessa su Rai1, a Linea Verde Orizzonti, il 13 febbraio. "Quando vinsi il secondo titolo mondiale la scorsa estate - racconta il campione livornese - Bocelli mi contattò per complimentarsi e mi fece una sorta di invito-proposta per realizzare un incontro, magari coinvolgendo i ragazzi delle scuole. Grazie a Nicola Gualerci abbiamo messo in piedi un evento bello e partecipato”. Borghetti poi torna sul match di ieri mattina: "Essendo un grande appassionato, Bocelli si è difeso alla grande e vincere contro di lui non è stata una passeggiata. Per esercitarsi utilizza una damiera tattile personale". Durante la sfida sono arrivati anche i messaggi del ministro dell'Istruzione Stefania Giannini e del presidente del Coni, Giovanni Malagò. "L’impegno concreto da opporre alla ludopatia non solo nega le sue trappole ma soprattutto deve esaltare la forza dell’impegno, dell’intelligenza e della bellezza contro l’aridità del mondo". Entusiasta anche Malagò, che poche settimane fa in Campidoglio con il presidente della Repubblica Mattarella ha premiato il campione livornese: "Lo sport è uno strumento formativo irrinunciabile, inestimabile opportunità per i giovani, perché non garantisce solo il benessere fisico ma è capace di favorire l'inclusione, l'aggregazione, il corretto sviluppo dei rapporti interpersonali".