Perugia, 20 aprile 2017 - I conti rimangono aperti nella semifinale, la Sir Safety Conad Perugia vince ancora in un Pala-Evangelisti gremito dai quattromila anime stipate in ogni angolo e rimanda il verdetto, per sapere chi sarà la finalista ci vuole la ‘bella’. Affonda in gara-quattro la formazione della Diatec Trentino apparsa meno determinata e convinta del solito, dato evidente in ricezione e in attacco dove c’è stato uno schiacciante dominio bianconero.

Perugia colpisce ancora e prosegue la sua avventura in post season facendo leva sulla sua straordinaria vena offensiva (61% di efficienza) e sul cinismo nei momenti topici della gara. I padroni di casa giocano la partita del cuore e tornano a dare un dispiacere ai rivali pareggiando i conti nella serie che sarà decisa all’ultima partita. Un match che in avvio dà la sensazione di grande nervosismo con attacchi imprecisi da ambo le parti, ma poi Atanasijevic (nove palloni a terra in apertura) prende il via e permette di allungare (18-14).

La gestione non è facile contro il gioco imprevedibile di Giannelli, ma alla fine Berger è un falco a rete ed approfitta per chiudere l’uno a zero. Alla ripresa partono meglio gli ospiti che restano a fare la lepre sfruttando Stokr sino a che la difesa locale riesce a neutralizzare il nemico e fornisce ad Atanasijevic e Berger la possibilità di sorpasso (22-20). Trento si scioglie e con tre errori consecutivi affonda sul due a zero.

Il terzo frangente spalla a spalla avvincete deciso da una difesa in più di caitan Birarelli e un muro di Podrascanin.

Sabato 22 gara-5 a Trento.

Perugia-Trento 3-0 (25-21, 25-21, 25-23)

PERUGIA: Atanasijevic 22, Berger 13, Zaytsev 6, Podrascanin 8, Birarelli 7, De Cecco 1, Bari (L1), Buti, Chernokozhev, Mitic, Tosi (L2). N.E. – Della Lunga, Paris, Franceschini. All. Lorenzo Bernardi.

TRENTO: Van de Voorde 11, Stokr 10, Urnaut 9, Solé 6, Lanza 5, Giannelli 1, Colaci (L1), Antonov 1, Nelli. N.E. – Mazzone T., Mazzone D., Blasi, Burgsthaler, Chiappa (L2). All. Angelo Lorenzetti.

Arbitri: Daniele Rapisarda (UD) e Mauro Goitre (TO).

SIR CONAD (b.s. 16, v. 4, muri 6, errori 6).

DIATEC (b.s. 14, v. 3, muri 7, errori 4).