San Benedetto del Tronto, 27 gennaio 2018 - Un gubbio che non ti aspetti strappa un meritato pari al Riviera delle Palme contro una Samb troppo nervosa e alquanto disattenta in difesa. Tant’è che nei primi 45 minuti di gioco solo grazie al ‘generoso’ Casiraghi, il collettivo di mister Pagliari non infila, per ben due volte, la rete rossoblù. Corre il 13’ quando l’attaccante eugubino, dopo la sfuriata iniziale dell’undici di mister Capuano (al 5’ Tomi su calcio di punizione, scuote il palo alla destra di Volpe), sparacchia sul fondo, con la porta della Samb lasciata incustodita dall’esordiente Perina, il prezioso assist di Kalombo. Si mangia le mani Casiraghi, 3 minuti più tardi, quando conclude, frettolosamente, sull’uscita di Perina che salva la rete rossoblù.

La Samb che fa? Prova a forzare la difesa dove svettano Burzigotti e compagni e riesce a creare alcune occasioni per pareggiare, ma in modo confuso, sperando nel colpo fortunato. Nel secondo tempo si aspettano le ‘invenzioni’ di mister Capuano ma è il Gubbio che gela il meraviglioso popolo del tifo rossoblù. Al 3’ di gioco, da meta campo, Marchi uccella il numero uno della Samb con un proietto che conclude la corsa nel sacco: 0 a 1. Per la Samb è una doccia ghiacciata mentre il Gubbio prova a bissare sempre con Marchi (al 9’ conclusione bloccata a terra da Perina) e ancora cercando il raddoppio dalla distanza. Mister Capuano cambia il centrocampo rossoblù e, con Bellomo, altro esordiente con Marchi, inizia ad arrembare il Gubbio. Al 23’, Volpe devia in angolo la punizione di Tomi e ci mette più di una pezza sventando l’assalto della Samb. Ed è proprio a conclusione dell’ennesima mischia in area eugubina che Rapisarda infila la rete avversaria con un proietto con Volpe incolpevole.