Salerno, 9 dicembre 2017 -  Un buon Perugia pareggia 1-1 all'Arechi sul campo della Salernitana. Il Perugia è stato molto più dinamico e a tratti intraprendente in una partita molto condizionata dal vento che ha complicato non poco le giocate delle due squadre. Il Perugia prima del fischio d'inizio deve rinunciare al portiere Rosati, infortunatosi in fase di riscaldamento, e sostituito da Nocchi.

Anche la Salernitana è costretta a fare a meno dell'estremo difensore Radunovic, fuori dai giochi per infortunio dopo venticinque minuti e rilevato tra i pali da Adamonis. Al 3-5-2 dei padroni di casa gli umbri rispondono con un collaudato 4-4-2. Breda si affida in attacco alla coppia Cerri-Di Carmine mentre Bollini rilancia il duo Bocalon-Rodriguez.

La partita nel primo tempo non decolla. Tra le poche azioni degne di nota, è da sottolineare quella capitata nei minuti di recupero della prima frazione di gioco a Buonaiuto (47'pt) che, ben servito da Cerri si vede dire no da un attento Adamonis, bravo nel neutralizzare la conclusione in due tempi.

Nella ripresa si aspetta la reazione dei padroni di casa, ma è la formazione umbra a tenere in mano le redini del gioco. Buona la circolazione di palla proposta dagli ospiti che costringono nella propria metà campo la compagine granata. Breda ci crede e gioca la carta Falco (24'st) che rileva Zanon, irrobustendo così il reparto offensivo. Ma, inaspettatamente, è il granata Bocalon alla mezzora a sbloccare il risultato: ottima la giocata di Sprocati che verticalizza per il compagno d'attacco che non fallisce la conclusione. Il Perugia, che perde Falco costretto a lasciare il campo per noie muscolari, prova a rimettere in piedi il match. La Salernitana si affida alle ripartenze, ma nell'arrembaggio finale gli ospiti conquistano il pari con Bonaiuto (47'st) che di testa gira in rete un traversone dalla destra di Cerri.