Bari, 28 gennaio 2018 - La Sir Safety Perugia non si ferma più. E dopo la Supercoppa vince la Coppa Italia, nella finale che si è svolta a Bari contro Civitanova. Vittoria netta, per 3-1. Una grande serata per il volley umbro, che vive anni di gloria. 

Ai marchigiani non basta un inizio super per aggiudicarsi il primo trofeo del 2018 ma il vibrante quarto set ribadisce una certezza: le due squadre saranno protagoniste sino alla fine. E con una posta in palio sempre piu' alta.

Eppure sembrava la serata della Lube, sotto la spinta di un Juantorena quasi tarantolato: l'italo-cubano nel primo set e' perfetto in attacco (75%), preciso in ricezione (60%), incisivo in battuta (un ace).

Decisivo un break di 8-4 a meta' set, che Civitanova capitalizza sino al 25-16. Nel secondo parziale la Lube cavalca l'onda, con Juantorena a segno anche a muro. Ma la squadra di Bernardi rintuzza colpo su colpo.

La partita si fa avvincente, il clima incandescente: Sokolov e Atanasijevic rimediano un rosso a testa. Sul 18-18, due errori di Civitanova (servizio in rete di Candellaro e attacco out di Sokolov) rilanciano Perugia.

E' il break decisivo per il pareggio: Podrascanin a muro ed il neo entrato Della Lunga dai nove metri siglano il 25-22. Terzo parziale, e di nuovo equilibrio. L'ottimo Podrascanin (90% di percentuale offensiva, in evidenza come l'altro centrale Anzani) prova a spostarlo con due muri e un primo tempo vincente.

Perugia barcolla quando Russell sbaglia due volte ma lo statunitense reagisce e rimette i Block Devils a distanza di sicurezza (15-12). Gli umbri mettono la freccia: il muro granitico di Zaytsev vale il 25-20.

Ancora Perugia nel quarto set: prove di fuga per la vittoria con un ace di Anzani e ed i primi tempi di Podrascanin. Ma la Lube vuole portarla sino in fondo: un ace di Kovar ristabilisce la parità (10-10), che Juantorena rompe per ben tre volte. Ma e' la serata della Sir Safety: Anzani regala il primo matchball ma si va ai vantaggi.

Civitanova fallisce la sua occasione dopo l'ace di Sokolov, Perugia no: controsorpasso di Russell in battuta, la chiude un Atanasijevic formato deluxe, sul 27-25.

Palla a segno ma non secondo la Lube che contesta la decisione arbitrale: "Non so se quella palla abbia toccato terra - commenta Giampaolo Medei, allenatore della Lube - Di solito nel dubbio si lascia giocare. Ad ogni modo ci siamo e continueremo a lottare per i primi posti".

Raggiante Lorenzo Bernardi, alla prima Coppa Italia vinta da tecnico dopo cinque successi da giocatore: "Siamo stati bravi dopo il primo set perso malamente. Ci alleniamo ogni giorno per dare il meglio di noi stessi in ogni dettaglio: i palloni decisivi di oggi lo dimostrano".

Mvp il serbo Alexandar Atanasijevic, autore di 20 punti con una percentuale in attacco del 61%: "Contro dieci campioni e' normale vincere per un punto solo. Stasera ci siamo riusciti".