Città di Castello, 17 luglio 2017 - HA CENTRATO un diciassettenne su un motorino, poi si è dato alla fuga senza soccorrerlo. E’ caccia al pirata che nella notte fra sabato e domenica ha investito il minorenne mentre stava tornando a casa. Ieri i genitori hanno lanciato un doppio appello. Il primo per cercare di individuare il conducente della vettura di colore scuro: «Speriamo che abbia una coscienza e si possa costituire alle forze dell’ordine». Il secondo per ringraziare pubblicamente «i due che hanno soccorso e riaccompagnato a casa nostro figlio».

L’INCIDENTE è avvenuto intorno all’una, lungo la statale 221 che porta a Lerchi. «Nostro figlio – hanno detto i genitori – stava rientrando, in direzione Città di Castello, quando arrivato all’altezza dell’entrata della E45, è stato travolto da una vettura di grossa cilindrata di colore scuro che stava girando a sinistra per immettersi nella Orte-Ravenna». Lo schianto ha fatto volare il motorino, distrutto, mentre il ragazzo è rimasto a terra. L’auto non si è fermata proseguendo la sua corsa verso la E45. Il 17enne si è rialzato e dopo qualche minuto è transitata un’auto con due persone, che si sono fermate e hanno aiutato il giovane. Il ragazzo è stato riaccompagnato a casa, dove ha spiegato l’accaduto ai genitori: da qui il conducente del motorino è stato portato in ospedale, dove i medici lo hanno curato per alcune escoriazioni. «Chiunque abbia visto qualcosa ci aiuti – hanno detto i genitori – speriamo che quella bella macchina nera sia molto rovinata e che qualcuno si insospettisca, chieda spiegazioni e ci contatti». Nel frattempo sono scattate le indagini delle forze dell’ordine.