Norcia, (Perugia), 2 dicembre 2017 - La «zona rossa» del centro storico di Norcia, a 13 mesi dalla forte scossa del 30 ottobre, è quasi completamente cancellata. Nelle ultime ore il sindaco Nicola Alemanno ha infatti disposto la riapertura di altre due porzioni di vicoli della città, quello della Piazza, a ridosso di San Benedetto e dei Mugnai. Oltre il 95% della città è quindi tornato ad essere fruibile ai mezzi e alle persone.

Più volte la stessa amministrazione comunale e la Regione Umbria hanno rivendicato la scelta iniziale di liberare il cuore della città dalle macerie e di far scattare tutte le messe in sicurezza necessarie per riportare, in tempi rapidi, la gente dentro le mura. La prima riapertura dopo il sisma avvenne il 22 dicembre di un anno fa, quando a soli 42 giorni dalla scossa di magnitudo 6,5, il Comune permise di tornare a passeggiare su quasi tutto corso Sertorio, la via principale che collega Porta Romana con piazza San Benedetto.