Perugia, 18 marzo 2017 - Qualcosa è andato storto nei lavori del viadotto «Genna», questo ormai è appurato. L’Anas non a caso è intervenuta più volte per rattoppare le buche che si sono aperte via via con il passare delle settimane. Le nuove barriere laterali sono a posto, ma in alcune parti c’è da rifare la soletta sotto l’asfalto (che evidentemente non era stata realizzata a regola d’arte) per evitare che ogni volta che piove si apra una voragine. Così Anas ieri pomeriggio ha comunicato che sul raccordo autostradale Perugia-Bettolle è necessario eseguire i lavori di ripristino definitivo della pavimentazione del viadotto tra gli svincoli di Madonna Alta e Ferro di Cavallo, in direzione Ponte San Giovanni.

«Il viadotto – spiega l’ente strade – è stato interessato recentemente dai lavori di ammodernamento delle barriere laterali di sicurezza, come previsto nel piano di riqualificazione del raccordo autostradale, nell’ambito del quale sono stati già completati sette interventi su cinque viadotti e due gallerie e altri cinque di manutenzione straordinaria in vari tratti. In seguito al completamento delle opere, su quel viadotto sono stati riscontrati dissesti del piano viabile su alcune delle campate interessate dai lavori – continua Anas –, riconducibili alle attività di rifacimento di parte della soletta e dei cordoli laterali, eseguite preliminarmente alla sostituzione delle barriere».

E quindi bisognerà rimetterci le mani una volta per tutte. Per contenere i disagi alla circolazione gli interventi di ripristino saranno eseguiti su una campata del viadotto alla volta. Il primo intervento si svolgerà sulla carreggiata in direzione Ponte San Giovanni (che sarà quindi chiusa) dalle 21 di martedì fino alle 6 di sabato 25. Il transito dei veicoli sarà consentito a doppio senso di marcia sulla carreggiata opposta.

Successivamente, per consentire la maturazione del calcestruzzo, resterà chiusa la sola corsia di marcia in direzione Ponte San Giovanni, con transito consentito in corsia di sorpasso fino alle 21 di lunedì 3 aprile. Inutile dire che da mercoledì mattina a venerdì sera non mancheranno i disagi, che probabilmente saranno minori nella settimana successiva, quando riaprirà la corsia di sorpasso. A quanto pare invece l’estate dovrebbe correre via liscia: gli annunciati lavori sulle due gallerie (San Faustino e Pallotta) non partiranno nel 2017, ma l’anno successivo. Un sospiro di sollievo. Almeno per il momento.

m.n.