Firenze / Arezzo / Empoli / Grosseto / La Spezia / Livorno / Lucca / Massa Carrara / Montecatini / Pisa / Pontedera / Pistoia / Prato / Sarzana / Siena / Viareggio / Umbria

Olio extravergine 'taroccato', 17 indagati

Clorofilla aggiunta all'olio di semi per ottenere la colorazione verde

500.000 euro di olio sotto sequestro

Olio extravergine di oliva (Borghesi)
Olio extravergine di oliva (Borghesi)

Toscana, 11 giugno 2012 Bastava aggiungere due centilitri di clorofilla a un litro di olio di semi per trasformarlo in un litro di olio extra vergine di oliva dal tipico colore verde: così gli oleifici compiacenti, perquisiti dai Nas di Firenze e dalla sezione di pg dei carabinieri di Pistoia, modificavano l'olio che poi veniva venduto a ristoranti o attraverso il commercio ''porta a porta''. In questo modo, spiegano gli investigatori, avevano creato ''un vero e proprio mercato parallelo dell'extra vergine a basso costo''.


In seguito alle indagini, un oleificio in provincia di Roma è stato posto sotto sequestro preventivo. I sigilli potrebbero scattare anche per un oleificio di Lucca, la cui richiesta di chiusura è al vaglio del gip della Procura di Pistoia. Nelle ultime ore sono state effettuate perquisizioni nei riguardi dei 17 indagati, quindici dei quali risiedono in Toscana (nelle province di Pistoia, Siena e Lucca) e due a Roma. L'olio adulterato veniva venduto a prezzi concorrenziali a ristoranti della Toscana, dell'Emilia Romagna e del Lazio. Al vaglio degli inquirenti la posizione dei ristoratori, che avrebbero acquistato l'olio senza preoccuparsi di verificarne la tracciabilità. Verifiche di laboratorio sono in corso per controllare che l'olio sequestrato non sia nocivo per la salute.
 

 

Il reato contestato agli indagati è di associazione per delinquere finalizzata alla frode in commercio consistente nell'adulterazione e contraffazione di olio extra vergine di oliva. In totale sono stati sequestrati circa 2.500 litri di olio privo di rintracciabilita, 5.000 litri di olio contenuti in silos contraffatto e dichiarato come extra vergine; circa 73 chili di clorofilla e 4 barattoli di betacarotene sufficienti per tramutare fraudolentemente un'ingente quantità di olio di semi o di scarsa qualità in olio di altissimo pregio. E poi: attrezzature necessarie per l'adulterazione e documentazione anche elettronica utile al prosieguo delle indagini. Il valore complessivo dell'olio sequestrato ammonta a oltre 500.000 euro.

Condividi l'articolo
comments powered by Disqus
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese

  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP