Firenze, 10 gennaio 2018 - Un diluvio di messaggi di cordoglio, simpatia, ringraziamenti per le risate fatte: il popolo del web rende omaggio a Novello Novelli, nel giorno della sua morte. Non ci sono solo i messaggi di personaggi famosi come Carlo Conti che su  Instasgram, lo ricorda con una foto e con una frase: "Ciao Novello. Amico delle nostre 'festa in casa' al Manila e in tanti altri locali toscani".

 

Ciao Novello . Amico delle nostre “festa in casa” al Manila e in tanti altri locali toscani

Un post condiviso da Carlo Conti (@carlocontirai) in data:

Sono tanti, su Facebook e su Twitter, a ricordare l'attore di Poggibonsi, rievocando alcune delle sue battute più famose e proponendo spezzoni dei suoi film. Una commozione e un cordoglio che testimoniano come un grande caratterista come Novelli non sia affatto una parte marginale del cinema. Novelli, in tanti anni e con i suoi personaggi, ha rappresentato l'ironia e la comicita dei "maledetti toscani", facendosi apprezzare, però, in tutta Italia.

Raggiunto a Cinisello Balsamo dove è impegnato con "L'avaro" di Molière, Alessandro Benvenuti (il regista che fece esordire Novelli al cinema, in "Ad Ovest di Paperino", nel 1981) racconta il suo dolore: 

"È il dolore che si prova quando se ne va un pezzo di vita. Novello era un grande amico di Francesco Nuti. A lui è stato sempre vicino, al suo fianco. Mi piace ricordarlo sodale e compagnone - conclude - ma anche un professionista e un amico che ho voluto nel primo film, e nel mio ritorno al cinema con 'Benvenuti in casa Gorì' che proprio Francesco volle coprodurre. Un amico per il quale ho anche scritto 'Mitico 11', quando decise di provare l'esperienza in teatro"