Concerto Di Natale Della Società Filarmonica Pisana

Pisa, Teatro Verdi, martedì 12 dicembre ore 21.15

PIRATI

Concerto degli Auguri

con il Complesso di Legni Ottoni e Percussioni, l'Orchestra e il Coro di voci Bianche

della Società Filarmonica Pisana

musiche di J. Williams, H. Zimmer, R. Korsakov, V. Bellini, e E. Bennato

Pirati è il tema del Concerto degli Auguri della Filarmonica Pisana. Il concerto, per la raffinatezza del programma e per il prestigio dell'ambiente esecutivo, rappresenta il culmine e la conclusione dell'attività concertistica di tutto l'anno sia del Complesso di Legni, Ottoni e Percussioni diretto dal Maestro Paolo Carosi, sia del lavoro di musica d'insieme dell'Orchestra e Coro della Scuola di Musica dei Docenti sotto la Direzione del Prof. Carlo Franceschi. Un doveroso ringraziamento della Filarmonica Pisana va alla Fondazione Pisa, al Comune di Pisa e, per l'appoggio ed il sostegno all'ANBIMA.

«Mare, avventure, battaglie, storie di morte, brutalità e onore, protagonisti dalla personalità irresistibile... Chi non si è mai lascito affascinare dai pirati, dal loro mondo rude e avventuroso? I musicisti non fanno certo eccezione! Siamo qui appunto a proporvi un viaggio tra le varie visitazioni musicali di questo tema affascinante. Attraverseremo epoche diverse, incontreremo i generi più disparati, ritoccheremo l'organico e le trascrizioni per adeguarci e potervi offrire un'esperienza il più possibile completa. Un' attenzione particolare tra i brani in programma è riservata sicuramente al Concerto per Trombone di Rimskij-Korsakov che rappresenta una delle composizioni spesso considerato dai trombonisti "Il concerto" per eccellenza. Il concerto, scrtito nel 1877 per Banda Militare richiede un grande virtuosismo non solo al solista, ma anche all'ensemble che lo accompagna. Per tutte queste ragioni è difficile ascoltarlo in concerto e rappresenta quindi una preziosa rarità assolutamente da non perdere.

Ingresso libero, con raccolta fondi in favore di Telethon

 

 

Stagione Di Prosa

Pisa, Teatro Verdi, sabato 16 dicembre ore 21, domenica 17 dicembre ore 17

Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi in 

NUDI E CRUDI

una storia di Alan Bennett, tradotta e adattata per la scena da Edoardo Erba

con Nicola Sorrenti

regia Serena Sinigaglia

scene Maria Spazzi

costumi Erika Carretta

colonna sonora Sandra Zoccolàn

luci Alessandro Verazzi

produzione a.ArtistiAssociati

Che succederebbe se, tornando a casa dopo una serata a teatro, trovaste il vostro appartamento completamente vuoto, svaligiato da ladri? Ai signori Ransome - due impeccabili coniugi inglesi - capita proprio questo e la loro vita tranquilla e ripetitiva viene completamente sconvolta. Però la reazione dei due è diversa: lui si incupisce e si arrabbia sempre più, lei prova un senso di sollievo e quasi di liberazione. E mentre il gioco dei caratteri, esasperato da visite inattese, diventa sempre più esilarante, il mistero del furto trova un'imprevista soluzione.

Tratta dal romanzo di successo di Alan Bennett, Nudi e crudi è una commedia spumeggiante, piena di umorismo e ironia, un ritratto impietoso e indimenticabile della vita di una coppia di mezza età. Diverte senza ricalcare vecchi schemi e rivela più di ogni altra opera il genio comico di Alan Bennett.

Biglietti da 30 a 7,50 euro; in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

 

 

51^ Stagione Dei Concerti Della Normale

Pisa, Teatro Verdi, martedì 19 dicembre ore 21

ORCHESTRA DELLA TOSCANA

direttore DANIELE RUSTIONI

pianoforte ALESSANDRO TAVERNA

Concerto di Natale

musiche di L. van Beethoven

Daniele Rustioni sul podio dell’ORT, di cui è Direttore principale, per il Concerto di Natale che tocca Barberino (16), Poggibonsi (18), Pisa (19), Piombino (21) e Figline V.no (22), per approdare il pomeriggio della vigilia di Natale a Firenze. Tutto beethoveniano il programma che snocciola pagine celeberrime. C’è l’ouverture alle Creature di Prometeo (1801), balletto ispirato alla mitologia greca che ebbe la coreografia di Salvatore Viganò, una leggenda della danza europea in epoca napoleonica. C’è l’Ottava Sinfonia, meccanismo a orologeria di grande umorismo la cui genesi è legata all’invenzione del metronomo, l’apparecchio per misurare il tempo musicale ideato da Johann Nepomuk Maelzel, amico del compositore. E c’è anche il Quarto Concerto per pianoforte, forse una delle partiture più teatrali di Beethoven, con il primo movimento che, contro le regole consolidate, invece di far sentire subito l’orchestra dà al solista la parola per primo, e il movimento lento raffigura Orfeo impegnato a convincere le Furie a lasciarlo penetrare agli Inferi per riprendersi Euridice. Lo suona il veneziano Alessandro Taverna, studi all’Accademia di Imola e a Santa Cecilia, in carriera dal 2009 dopo la partecipazione al Concorso di Leeds.

Biglietti da 15 a 2,50 euro;  in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

 

 

 

Stagione Di Danza

Pisa, Teatro Verdi, giovedì 21 dicembre ore 21

Balletto del Sud 

LO SCHIACCIANOCI

balletto in due atti

tratto dal racconto di Hoffman “Lo Schiaccianoci ed il re dei Topi”

coreografia Fredy Franzutti

musica Piotr Il´ic Caikovskij

musiche eseguite dall'Orchestra di Stato Ungherese Alba Regia Symphonic Orchestra

diretta da Árpád Nagy

scene e costumi Fredy Franzutti

produzione Balletto del Sud

In occasione delle festività natalizie, e in apertura della Stagione di Danza del Teatro Verdi, il titolo più amato da tutto il pubblico in una versione di successo, alla Tim Burton, firmata da Fredy Franzutti. I bellissimi temi musicali che si animano con le scene di festa sotto l'albero di Natale, il walzer dei fiocchi di neve, il divertissement finale con le danze dei diversi paesi del mondo e i loro coloratissimi costumi, il romantico walzer dei fiori, fanno del balletto uno spettacolo particolarmente amato da una platea sempre più vasta, anche da quella molto giovane, per il suo richiamo alle calde e gioiose atmosfere familiari.

«Lo Schiaccianoci del Balletto del Sud è un miracolo di trucchi scenografici, di scene a trasformazione, dal respiro regale … La novità più interessante del racconto - che, comunque segue quello originario di E.T.A. Hoffmann, più che la sintesi fiorita di Alexandre Dumas - è quella di aver fatto di Clara un'adolescente amaramente sola e trascurata, perfino a Natale, da una Madre bella e gaudente, che si ostina a considerarla una bambina, adatta a pochi regalucci infantili, e che ancora la spedisce a letto subito dopo cena…Con danzatori di alta qualità, non solo è molto meglio di tutti i prodotti del genere che importiamo dall'est durante le feste natalizie, ma non ha nulla da invidiare a molte griffate edizioni del nord Europa». Vittoria Ottolenghi, L’Espresso

Biglietti da 20 a 5 euro; in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

 

 

Show Di Fine Anno

Pisa, Teatro Verdi, domenica 31 dicembre

GENE GNOCCHI

& Degenerati Live Band

ore 20.30 BUFFET (fino alle ore 22)

ore 22.30 INIZIO SHOW

ore 00.00 BRINDISI DI MEZZANOTTE

Ancora una volta "The Legend" torna sulla scena con il suo gruppo rinnovato per quello che, nelle sue intenzioni, dovrebbe essere di nuovo un grande concerto celebrativo.La celebrazione pero’ si trasforma ben presto in un  calvario: problemi audio, insubordinazione dei musicisti, giornalisti della stampa estera che lo mettono alla berlina, il traduttore che lo ridicolizza e il pubblico che gli contesta le scelte artistiche (con una comparsa mischiata dall'inizio tra il pubblico). Va da se che la rock star si trova nella situazione di trasformare la celebrazione nel tentativo di arginare un disastro, che è poi il disastro della sua condizione, quella di un principiante assoluto, che piega la propria arte nell’uso del momento!!

Interventi in scena di Roberto Cacciali con  travestimenti e gags, come il poeta Bosniaco Jean Paul Beltont e l'acculturato Giry Kolar impersonati da Gene . Sul palco Gene Gnocchi è nella doppia veste di attore e cantante

Biglietti SOLO SHOW da 55 a 35 euro; extra costo cena a buffet: 37 euro a persona; in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nei circuiti Vivaticket e Box Office (con le commissioni aggiuntive previste dai circuiti) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

 

CONCERTO DI CAPODANNO

Pisa, Teatro Verdi, domenica 1° gennaio 2018 ore 18

Comune di Pisa, Lions Club Pisa Host, Fondazione Teatro di Pisa presentano

XXVI CONCERTO DI CAPODANNO

Orchestra Arché

direttore Wyn Davies

soprano Sonia Ciani

musiche di Strauss, Lehar, Dvorak e altri

Per il 1° gennaio Pisa rinnova ancora una volta la bella tradizione dell’appuntamento in musica, con la 26^ edizione del Concerto di Capodanno: al Teatro Verdi alle ore 18. Organizzato e promosso, come sempre, dal Comune di Pisa, dal Lions Club Pisa Host e dalla Fondazione Teatro di Pisa, il Concerto di Capodanno 2018 vede ancora una volta l’Orchestra Arché che, composta dai migliori giovani musicisti toscani, coadiuvati da professori d’orchestra provenienti da importanti Orchestre nazionali, ha segnato il proprio debutto proprio sulle tavole del Teatro pisano con il Concerto di Capodanno 2012, tornando poi ad essere protagonista sia dei Concerti di Capodanno successivi che di molte delle opere delle Stagioni Liriche. Sul podio il Maestro gallese Wyn Davies, che torna così a Pisa dove aveva diretto proprio l’Arché nel Concerto di Capodanno 2013; soprano Sonia Ciani, applauditissima Pia nella Pia de’Tolomei che ha aperto in ottobre la Stagione Lirica del Verdi.

Come ogni anno, non mancheranno i bis di rito, alcune sorprese, il brindisi finale offerto dalla Camera di Commercio di Pisa e dai produttori del territorio e i rametti di vischio donati alle spettatrici dai fioristi della Ascom-Confcommercio e della Confesercenti di Pisa.

Com’è tradizione anche quest’anno il Concerto di Capodanno avrà finalità benefiche: il destinatario del ricavato verrà deciso su proposta del Lions Club Pisa Host

Biglietti (posto unico numerato) euro 20, in prevendita (inizio prevendita da definire) al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa

 

 

Epifania / Stagione Di Danza

Pisa, Teatro Verdi, sabato 6 gennaio ore 21

Africa Unite / Architorti / MM Contemporary Dance Company 

OFFLINE

in tempo reale

concerto-spettacolo multidisciplinare

Africa Unite Bunna, Madaski

Architorti Marco Robino, Marco Gentile, Paolo Grappeggia, Efix Puleo, Elena Saccomandi

MM Contemporary Dance Company Paolo Lauri, Fabiana Lonardo, Enrico Morelli, Giovanni Napoli, Nicola Stasi, Gloria Tombini, Lorenza Vicidomini

musiche e testi Africa Unite 

rielaborazione per quintetto d’archi Marco Robino

produzione artistica Architorti Marco “Benz” Gentile

elettronica Madaski

coreografie Michele Merola

coordinamento progetto Anna Abbate, Madaski, Marco Gentile, Marco Robino

produzione Unione Musicale, Africa Unite, Architorti, MM Contemporary Dance Company

coproduzione Fondazione I Teatri, Reggio Emilia, in collaborazione con TorinoDanza Festival

Uno spettacolo particolarissimo per la serata dell’Epifania. Parola, musica, gesto, per tre eccellenze italiane insieme sul palco. Offline è una performance che vuol proporre, scomporre e sovrapporre i due livelli attraverso la musica e il gesto. Le canzoni della reggae band Africa Unite, in una elaborazione per quintetto d’archi a cura di Architorti - gruppo musicale di formazione classica ma anche autore, fra l’altro, di molte delle colonne sonore dei film di Peter Greenaway - e per elettronica applicata, ne saranno la colonna sonora e la materia musicale; le coreografie di Michele Merola per la MM Contemporary Dance Company la parte fisica, reale, visibile, toccabile. Ma non solo, il gesto, la parola e la musica si misureranno con i loro cloni virtuali proiettati su schermi e dialogheranno con essi.

Un concerto-spettacolo che attraverserà dunque trasversalmente più generi e stili, destinato a più pubblici, che farà della multimedialità e della diversità degli artisti coinvolti un punto di forza e di potenza.

Una performance che non può essere rinchiusa in una sola etichetta, ma che creerà un mondo nuovo di immagini, suoni e movimenti, scaturiti dall’energia vorticosa e trascinante dei quattordici artisti in scena

Biglietti da 20 a 5 euro; in vendita al Botteghino del Teatro Verdi, nel circuito Vivaticket (con le commissioni aggiuntive previste dal circuito) e nei Punto Biglietteria del Porto di Marina di Pisa e del Palazzo dei Congressi di Pisa