Donare il sangue o il plasma prima di partire per le vacanze. A rimarcare la necessità di questo gesto è Dimitri Pezzini, presidente regionale di Fidas (Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue): «soprattutto in estate si evidenzia un calo di donazioni mentre il bisogno aumenta; e c’è da sottolineare l’importanza della donazione di plasma che, a differenza di quello che pensano molti, è vitale quanto quella di sangue». Dal plasma, ampiamente utilizzato in casi di estrema gravità come nei trapianti, si ottengono anche farmaci plasmaderivati veri e propri salvavita in caso di emofilia e malattie del fegato.
«La donazione di plasma, o plasmaferesi – spiega Pezzini - consiste in un normale prelievo di sangue che viene però immediatamente sottoposto a centrifugazione, un procedimento che consente la separazione meccanica delle due componenti. Si tratta di una donazione meno impegnativa per l’organismo e può essere effettuata ogni 15 giorni a differenza della donazione di sangue che prevede un intervallo minimo di 90 giorni per gli uomini e 180 per le donne».
Proprio per avvicinare nuovi donatori alla donazione di plasma il Centro Trasfusionale dell’Ospedale Unico della Versilia ha promosso un’iniziativa ampiamente condivisa dalle Associazioni di Volontariato di settore presenti sul territorio. L’iniziativa, che partirà il 31 luglio e proseguirà in agosto, consiste nel dedicare il lunedì alla donazione di plasma.

Vecchi e nuovi donatori possono contattare le sedi Fidas: per l’area Toscana Ovest quella di Viareggio al 335.7705394, per l’area Toscana Est la sede di Fornaci di Barga al 347.5313297 e per l’area Toscana Centro quella di Capalle al 338.6237275.