L’intervista alla dottoressa Alice Fumagalli, dietista di Rete Pas

Dopo gli eccessi del periodo natalizio è venuto il momento di rimettersi in forma. Farlo gradualmente, senza shock alimentari è possibile come spiega Alice Fumagalli, dietista di Rete Pas. «Dopo le festività natalizie – spiega la dottoressa - la prima raccomandazione per tornare in forma è senza dubbio quella di riprendere a seguire nella nostra quotidianità un’alimentazione più regolare ed equilibrata, secondo il vero ed originario significato di “dieta” intesa dagli antichi greci come un corretto stile di vita atto a mantenere un buono stato di salute». Equilibrio insomma. Quindi no a «digiuni compensatori o drastiche privazioni alimentari che possono essere responsabili

di dannosi stress metabolici. Saltare i pasti o diminuire notevolmente il proprio apporto calorico – spiega la dietista – comporta oltretutto il rischio di sviluppare un circolo vizioso fra stati di privazione forzati e successivi eccessi alimentari con importanti conseguenze non solo a livello fisico, come ad esempio continue oscillazioni di peso, ma anche a livello piscologico, quali senso di frustrazione e insoddisfazione». È importante «fare pasti regolari moderando le porzioni e intervallando eventualmente i tre pasti principali della giornata con piccoli spuntini, magari a base di frutta fresca o secca a guscio, che permettono di contenere il senso di fame. Oltre alla quantità – continua Fumagalli - è importante fare attenzione alla qualità e alla varietà degli alimenti. Due porzioni di verdura e tre porzioni di frutta al giorno permettono di assumere vitamine e sali minerali e contribuire ad un buon apporto di fibra, favorendo il senso di sazietà senza fornire calorie in eccesso». E poi alternare carne, pesce, uova, formaggi e legumi, per soddisfare il fabbisogno di energia e nutrienti di cui abbiamo bisogno.

Da limitare invece il consumo di piatti elaborati. Meglio «piatti semplici a base di condimenti di origine vegetale quale verdura e olio extra vergine di oliva», mentre l’uso di alcolici e bibite gassate, è sconsigliato «per il loro elevato apporto di calorie e zuccheri: da sostituire con abbondante assunzione di acqua». I cereali e i loro derivati, fra cui pasta e pane, non sono da evitare «poiché costituiscono una fonte di carboidrati ed energia per il nostro organismo e possiedono un discreto potere saziante». Vanno però consumati con moderazione, dando precedenza a quelli integrali.

Infine l’attività fisica. «È necessario – conclude la dottoressa - praticare regolarmente un’attività fisica aerobica di intensità moderata come camminate a passo svelto, bicicletta o cyclette per circa trenta o più minuti al giorno. In questo modo è possibile favorire un incremento del dispendio energetico ed un aumento progressivo della massa muscolare con una conseguente riduzione dell’eccesso di grasso corporeo. In conclusione la strategia per rimettersi in forma dopo le festività è quella che dovremmo mettere in pratica tutti i giorni: meno eccessi e più movimento».