La violenza che si consuma tra le mura domestiche, non è solo una faccenda da “grandi”. I dati raccolti dal Centro regionale di documentazione per l’infanzia e l’adolescenza dell’Istituto degli Innocenti raccontano della violenza assistita, l’altra faccia della violenza di genere, ovvero il dramma vissuto dalle bambine e dai bambini che vedono o percepiscono le proprie madri (ma anche altre figure di riferimento o affettivamente significative) subire violenza da parte del proprio padre.

Nel triennio 2014-2016, si registra un aumento di minori interessati da situazioni di violenza assistita: dai 968 del 2014 si passa ai 1.143 del 2015 fino ai 1.298 registrati nel 2016, con un parallelo incremento delle famiglie straniere coinvolte, ovvero 302 nel 2014, 404 nel 2015, 439 nel 2016. Contestualmente, cresce il numero di bambini e ragazzi vittime di maltrattamenti in famiglia, in particolare nell’ultimo anno: 1.456 nel 2014, 1.478 nel 2015 e 1.921 nel 2016.