Educare al rispetto, ricordare, sensibilizzare. È questo l’obbiettivo delle iniziative che la biblioteca comunale “Renato Fucini” di Empoli (Firenze), ha organizzato in collaborazione con l’associazione Chirone e la Commissione Pari Opportunità del Comune in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Tra queste ci sono due “Caffè letterari” speciali: due incontri di riflessione sulla nascita del sentimento amoroso e sulle dinamiche che innescano l’aggressività dell’uomo verso la donna.

Dopo il primo caffè che si è tenuto ieri e ha affrontato l’argomento del “cervello in amore”, il secondo appuntamento è per oggi, proprio in occasione della ricorrenza che in tutto il mondo punta i riflettori sulla necessità di educare al rispetto e alla valorizzazione del ruolo della donna nella società. Il tema è “Legami tossici: la violenza verso la donna”: alle 11, al Cenacolo degli Agostiniani (via dei Neri, 15) si terrà l’incontro condotto dagli psicoterapeuti dell’Associazione Chirone, con la presenza della professoressa Grazia Attili.

Al centro dell’incontro ci sarà una riflessione sulle possibili cause della violenza di genere. Il tema sarà affrontato con particolare attenzione all’analisi di ciò che scatta nel comportamento dell’uomo per indurlo all’aggressività, all’abuso sessuale, all’omicidio e del come si possa passare dal desiderio alla violenza, dal bisogno di protezione alla predazione. Dallo scorso 20 novembre inoltre, a Empoli, viene distribuito un segnalibro realizzato dalla biblioteca Fucini per sensibilizzare la cittadinanza su questa importante tematica. I segnalibri sono disponibili alla biblioteca, all’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune, alle biglietterie dei musei cittadini e al punto prestito della Biblioteca della Sezione Soci Coop al Centro Coop di Empoli. Sopra ci sono anche i numeri antiviolenza.