Siena, 12 agosto 2017 - Una sorta di maledizione sembra aver colpito l’annata paliesca 2017. Settimane di caldo torrido sia a giugno e sia nei primi giorni di questo agosto, poi quando si avvicina il Palio ecco la pioggia. Quella di giovedì, che fortunatamente non ha fatto danni preoccupanti, e quella di stamani all'alba, che ha costretto a rinviare le prove all'alba, la riunione fra il sindaco, il decano dei capitani e i veterinari non aveva ancora preso una decisione definitiva, lasciando una possibilità fino a tarda mattinata.

I CAVALLI AMMESSI ALLA TRATTA: CLICCA QUI

PALIO_24663179_091302

Alle 8 ha ricominciato a piovere e si è deciso di attendere ancora ma la mattinata sembra davvero compromessa. Intorno alle 9 tutti i capitani delle contrade sono stati chiamati in Comune dal sindaco Valentini per fare il punto della situazione e decidere sia sulle prove sia eventualmente sulla lista dei cavalli e sui criteri che i veterinari dovranno adottare.

Prima delle 11 la decisione finale è arrivata: prove annullate. "La pista - ha detto il sindaco Bruno Valentini - va preservata per la Tratta". Senza considerare che un eventuale slittamento delle prove avrebbe comportato notevoli problemi logistici.

Sul tavolo ci sono comunque undici cavalli ammessi direttamente alla Tratta di domenica mattina e questo è sicuramente l’imprescindibile punto di partenza. Morosita Prima, Polonsky, Preziosa Penelope, Sarbana senza dimenticare Mississippi sono i soggetti che accendono di più la fantasia dei contradaioli in quanto già vittoriosi sul tufo. A questi possiamo aggiungere Porto Alabe, Quasimodo di Gallura e Renalzos, che un po’ di esperienza sul tufo la possono vantare, mentre sono soggetti già presenti e in ogni caso da rivedere Querida de Marchesana, Renalzos e Solu Tue Due.

Difficile però, se non impossibile che le scelte dei Capitani ruotino solo intorno a questi nomi. L’idea è infatti pescare abbondantemente tra i cavalli che stamani, sempre se la pioggia non farà qualche altro scherzo, si cimentano sull’anello di tufo. Occolè il Palio lo ha già vinto e deve dimostrare di essere arruolabile per la prossima carriera, Queen Winner e Tale e Quale godono di molta considerazione da parte degli addetti ai lavori, mentre Raktou può rappresentare comunque una soluzione affidabile. Poi ci sono i quotati Quore de Sedini e Rexy, accanto alla qualità di Reverenda Madre, senza dimenticare Sunto, Rocco Nice e nemmeno Tabacco. Insomma a prescidere dalle decisioni dei veterinari e ovviamente dalla scelte strategiche dei capitani con il solito tormentone inesauribile del lotto in alto o in basso, i numeri e la qualità per comporre un gruppo di dieci cavalli importanti c’è, magari senza esagerare con l’inserimento di cavalli nuovi.

Laura Valdesi - Paolo Brogi