Siena, 3 settembre 2017 -  Manca solo la stoccata finale alla Robur per espugnare l’Arena Garibaldi dopo una prestazione davvero di ottimo livello. Ai punti avrebbe meritato la squadra di Mignani che con Marotta e Neglia ha avuto almeno quattro palle buone per sbloccare un derby nervoso ma corretto. Nel primo tempo i bianconeri sorprendono la formazione di Gautieri, parsa ancora un po’ in ritardo dal punto di vista fisico, e impegnano Petkovic in almeno un paio di occasioni.

Tra i pisani Eusepi resta lo spauracchio per Sbraga e compagni, bravi a contenere Negro e Giannone. Nella ripresa stesso canovaccio della sfida ma partita più fallosa e spezzettata. Tra due grosse occasioni bianconere, con Neglia prima e Marotta poi, una buona palla gol per Eusepi, che non centra la porta di Pane. Nel finale c’è spazio anche per l’ultimo arrivato Guberti, che si fa vedere con un paio di pregevoli azioni personali. Resta in casa Robur la sensazione di essere sulla strada giusta, da confermare tra sette giorni al Franchi contro l’Arzachena.

Guido De Leo

 

PISA (4-3-3)
Petkovic; Mannini, Ingrosso, Lisuzzo, Filippini (39’st Favale); Izzillo (39’st De Vitis), Gucher, Maltese (13’st Di Quinzio); Giannone (1’st Peralta), Eusepi, Negro (13’st Masucci).
A disposizione: Reinholds, Campani, Birindelli, Sabotic, Cuppone, Carillo, Zammarini.
Allenatore Gautieri
 

ROBUR SIENA (4-3-1-2)
Pane: Brumat, Sbraga, D’Ambrosio, Iapichino; Bulevardi, Damian, Cristiani (27’st Guberti); Vassallo (49’st Guerri); Neglia (42’st Lescano), Marotta.
A disposizione: Crisanto, Panariello, Terigi, Rondanini, Emmausso, Campagnacci, Mahrous, Gerli, Romagnoli.

Arbitro: Proietti di Terni (Angotti-Baldelli)

Ammoniti: Maltese, Ingrosso, Vassallo.

Recuperi: 0 e 3.

Spettatori: 7600 circa