Carrara, 1 ottobre 2017 - Una grande Robur sfata il tabù Carrara, dove aveva vinto solo tre volte nei 28 precedenti incontri, e resta attaccata alla capolista Livorno. Di nervi e sostanza, oltre che gioco la prestazione della squadra di Mignani che allo stadio Dei Marmi dopo un primo tempo equilibrato chiudeva avanti grazie alla rete allo scadere di capitan Marotta bravo a sfruttare una grande azione di ripartenza di Neglia e Guberti. Nella ripresa i bianconeri si complicano la vita da soli, prima subendo il pari di Tavano (punizione deviata) poi restano a rapido giro in dieci per lo sciocco rosso preso da D’Ambrosio. Nonostante l’inferiorità numerica il Siena ha la forza di riportarsi in vantaggio, ancora col suo numero dieci, che stavolta dagli undici metri segnava il gol vittoria. Nel finale Mignani blinda la difesa passando al 3-5-1 e i suoi tengono fino alla fine.

CARRARESE (4-2-3-1) Moschin: Tentoni, Cason, Cazè, Possenti; Rosaia (30’st Agyei), Cardoselli (41’st Piscopo); Bentivegna (1’st Biasci), Foresta (16’st Vassallo), Tavano; Coralli. A disposizione: Lagomarsini, Andrei, Maccabruni, Benedini, Saporetti, Cais, Marchionni.Allenatore Baldini

ROBUR SIENA (4-3-1-2)Pane, Rondanini, Sbraga, D’Ambrosio, Iapichino, Cristiani (46’st Guerri), Gerli, Vassallo (24’st Bulevardi), Guberti (24’st Campagnacci), Neglia (24’st Panariello), Marotta (41’st Terigi). A disposizione: Crisanto, Emmausso, Lescano, Mahrous, Cruciani, Romagnoli, Damian.Allenatore Mignani.

Arbitro: Paterna di Teramo (Di Giacinto – Micaroni)

Reti: 44’pt Marotta, 19’st Tavano, 29’st Marotta (rig.).

Note: espulso D’Ambrosio al 22’st e l’allenatore della Carrarese Baldini.Ammoniti: Vassallo, Rosaia, Coralli. Recuperi: 1 e 5.