Siena, 9 febbraio 2017 - Una perdita di 3,38 miliardi. E' quella di Banca Monte dei Paschi. E' lo stesso istituto di credito, in una nota, a diffondere le cifre del bilancio 2016. Nel 2015 aveva chiuso il bilancio in utile di 388 milioni.

Mps ha registrato nel 2016 rettifiche su crediti e attività finanziarie per 4,5 miliardi di euro, 2,5 miliardi di euro in più del 2015, a causa di componenti non ricorrenti pari a quasi 2,6 miliardi di euro legate all'aggiornamento delle metodologie e dei parametri utilizzati nella valutazione dei crediti, che recepiscono le indicazioni date dalla Bce alle banche nel trattamento degli Npl e valutazioni interne della banca. Tutto ciò ha pesato sul bilancio 2016.

l risultato operativo lordo è stato pari a 1,635 miliardi (-36,8% su base annua), una flessione che risente "del calo dei tassi e della riduzione dei volumi", dice l'istituto di credito. In rosso anche la raccolta: è infatti scesa a 105 miliardi di euro, in calo di 14,7 miliardi di euro rispetto a dicembre 2015. "Le prime evidenze del mese di gennaio confermano il livello della raccolta di fine 2016, evidenziando l'arresto delle fuoriuscite", si legge poi nella nota della banca. 

In leggero aumento le commissioni nette (+1,6%), mentre i costi operativi si sono contratti dello 0,3%.