Siena, 29 dicembre 2017 - Il sindaco Bruno Valentini era uscito di scena l’11 novembre 2016 da uno dei processi chiave sull’edilizia a Monteriggioni quando indossava la fascia tricolore. E proprio quel giorno aveva annunciato la discesa in campo per le amministrative 2018. «Pronto a candidarmi», disse pochi minuti dopo che il gup Ilaria Cornetti lo assolse con formula piena, in camera di consiglio, dall’accusa di falso e omessa denuncia. Si tolse anche vari sassolini dalle scarpe. Lo stesso giorno incassò il non luogo a procedere per vari reati anche Adriano Chiantini, ex vice sindaco di Monteriggioni nell’era Valentini. Che tuttavia, nell’ambito della maxi-inchiesta che vedeva al centro la variante al Regolamento urbanistico, venne rinviato a giudizio per abuso d’ufficio. Ecco l’antefatto dell’udienza (l’unica ieri in un palazzo di giustizia deserto) che ha visto sul banco degli imputati, oltre a Chiantini, anche altre quattro persone.

LEGGI IL SERVIZIO NEL GIORNALE IN EDICOLA