Siena, 2 febbraio 2017 - Nuovi rilievi per il caso della morte di David Rossi, il capo della comunicazione di Mps, trovato senza vita il 6 marzo 2013 in un vicolo adiacente alla sede senese dell'istituto, a Rocca Salimbeni. L'uomo cadde dalla finestra del suo ufficio e da subito la famiglia rifiutò la tesi del suicidio. «Sull'utilizzo dell'attività preferisco mantenere il riserbo poiché si tratta di indagini difensive che stiamo svolgendo», ha specificato il legale della famiglia, Paolo Pirani, al termine dell'attività durata oltre 3 ore e che ha visto il gruppo di lavoro effettuare rilievi 3D. Sono stati usati un telelaser e uno scanner 3D. «Quando produrremo documentazione diremo cosa è stato fatto», ha aggiunto Pirani.

«Mi auguro che venga aperto un fascicolo per omissione di soccorso in base alle considerazioni medico legali contenute nella relazione e in riferimento a quelle attività presenti nel vicolo mentre David era agonizzante a terra per 20 minuti». È quanto ha detto poi Pirani. «Me lo aspetto dalla procura», ha aggiunto Pirani, all'uscita da Rocca Salimbeni, sede dell' istituto di credito, dopo i rilievi effettuati al fine di produrre una nuova indagine difensiva

ISTANZA DI ACQUISIZIONE - I fazzolettini rinvenuti con il sangue nell'ufficio di David Rossi qualora non fossero andati distrutti, i tabulati telefonici non in formato excel, eventuali video delle altre telecamere dentro e fuori Rocca Salimbeni e l' audio del 118: sono gli elementi per i quali i legali difensori dei familiari dell'ex capo comunicazione di Mps david Rossi hanno presentato istanza d'acquisizione. «La richiesta è stata fatta nel mese di dicembre ma ad ora non abbiamo ricevuto risposta», ha sottolineato il legale Paolo Pirani. Alla domanda su come valutasse la relazione sugli esami autoptici e sulla dinamica della caduta di David Rossi consegnata alle parti ad inizio dicembre, Pirani ha risposto: «Certo è che le considerazioni finali ci lasciano perplessi quella relazione ha dei punti di contrasto e i tecnici incaricati metteranno in evidenza i punti che non ci tornano».