Siena, 8 agosto 2017 - Grandi vini e arte: Siena sposa la sue vocazioni, mettendo insieme risorse enogastronomiche con i tesori artistici. E così anche l’appuntamento con Calici di stelle 2017 propone una versione culturale del classico cin cin: nella notte di San Lorenzo, l’assessorato al turismo senese invita alla visita in notturna al ‘Cantiere Maestà’, con la possibilità di vedere da vicino, salendo sui ponteggi allestiti per il restauro, il capolavoro di Simone Martini.

Giovedì, dunque, la Loggia dei Nove di Palazzo Pubblico ospiterà le degustazioni e i visitatori potranno ammirare la volta celeste e conoscere i misteri del cosmo, con il supporto delle attrezzature e le spiegazioni dei volontari dell’Unione Astrofili Senesi con l’accompagnamento musicale dell’Istituto superiore di studi musicali Rinaldo Franci che (alle 22,30) propone il concerto The Golden Sax Quartet. Contemporaneamente Cantiere Maestà, Torre del Mangia e Museo Civico si aprono a tutti gli amanti dell’arte per una affascinante visita notturna (biglietteria aperta dalle 20,30 alle 23,15). Per il Cantiere Maestà sono previste tre visite guidate, alle 21, 22 e 23, con massimo 10 partecipanti. Per motivi di sicurezza non potranno salire sui ponteggi persone con handicap motori e bimbi con meno di otto anni. Per visitare il Cantiere Maestà è necessario acquistare un biglietto aggiuntivo di 6 euro.

L’edizione senese di Calici di Stelle quest’anno ha anche un carattere di solidarietà: il Comune ha acquistato 60 calici serigrafati dall’Associazione Città del Vino e dal Movimento Turismo del Vino che devolveranno la somma in beneficenza per la ricostruzione di un comune terremotato. Nella notte di S. Lorenzo sarà possibile entrare anche nel piano nobile di Palazzo Sansedoni (dalle 20,30 alle 24) e per chi ama gli spazi all’aperto dalle 20,30 alle 24 saranno a disposizione i giardini della Società di Camporegio della Contrada del Drago, con l’Associazione Nazionale Città del Vino e i più importanti vini della produzione portoghese.