Asciano, 7 agosto 2017 - «MENO male non ho accettato i soldi che mio zio mi voleva dare prima di partire per le vacanze. Adesso sarebbero spariti anche quelli insieme al portafoglio e a tutti i documenti». C’è rimasto malissimo Giovanni Rossolini, 24enne di Asciano, di quel furto. Accaduto venerdì sera, nel paese delle Crete, appena uscito dal ristorante dove dà una mano appunto allo zio. E denunciato ieri mattina al comando dell’Arma di Siena.

«LE CARTE però le ho tutte bloccate subito. Ma ho dovuto rinviare la partenza per le ferie per via delle beghe burocratiche legate a patente, documenti e quant’altro», racconta il giovane. Il bottino è stato magro – aveva 100 euro nel borsello – ma è accaduto in una zona centralissima. Praticamente vicino a Piazza Garibaldi, due passi dal Comune e dal cuore del paese.

LEGGI IL SERVIZIO NEL GIORNALE IN EDICOLA