Siena, 10 ottobre 2017 - Siena è più sicura. Accanto a Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza, Polizia provinciale e Municipale, ora ci sono anche i paracadutisti del 186° Reggimento Folgore a presidiare il territorio. Sono infatti entrati in servizio in piazza Duomo e in piazza del Campo dodici militari che agiranno in concorso con le altre forze dell’ordine per garantire la sicurezza a Siena. Il progetto rientra nell’operazione «Strade sicure» voluta dal Governo, che prevede anche nel capoluogo l’impiego, in fasce orarie diverse, di pattuglie di paracadutisti in centro storico.

«Sono stati incaricati di effettuare la vigilanza a obiettivi specificamente individuati – spiega il prefetto Armando Gradone – che è rimodulabile sulla base delle esigenze che dovessero insorgere. Mentre in piazza Duomo il dispositivo sarà attivo in orario diurno, in piazza del Campo il presidio si svolgerà in orario notturno».

Presente ieri all’avvio del servizio, il questore Maurizio Piccolotti: «Grazie ai paracadutisti verrà garantita una presenza più costante delle forze dell’ordine sul territorio, in modo da consentire un migliore impiego di risorse che opereranno in stretto raccordo con gli altri soggetti coinvolti nell’operazione ‘Strade sicure’».

Soddisfatto il Colonnello Cristian Margheriti, comandante del 186° Reggimento Folgore e del Reggimento «Savona» Cavalleria: «Siena è tra le ultime piazze in cui entriamo in azione – dice –. Partecipiamo dunque attivamente a un progetto che valorizza la nostra attività istituzionale». Da parte sua, il comandente provinciale dei Carabinieri di Siena, il Colonnello Stefano Di Pace ha evidenziato «l’importanza di un dispositivo che aumenta il controllo sul territorio»: «Viene razionalizzata l’attività che svolgiamo quotidianamente, cristallizzandola in zone precise. Il tutto operando in sinergia nelle operazioni di segnalazione dei sospetti e di vigilanza a obiettivi specifici».

Infine il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Siena, il Colonnello t.St. Carlo Vita: «L’iniziativa consente di avere il supporto dell’Esercito che agevola il compito delle forze dell’ordine. L’estate scorsa sono entrati in azione i finanziari nei quartieri. Da oggi aumenta anche la sicurezza percepita da parte dei cittadini».