Siena, 3 gennaio 2018 - LA VERITA’ arriverà dai filmati delle telecamere. Piazza Tolomei all’incrocio con via Cecco Angiolieri, anche Banchi di Sopra: ce ne sono in abbondanza per chiarire cosa è accaduto ai due giovani contradaioli dell’Istrice finiti in ospedale per le botte prese in centro quando il nuovo anno era arrivato da poco più di tre ore. Questa la pista che seguono i carabinieri di Siena dopo aver chiarito che si tratta di un ulteriore episodio, oltre a quello avvenuto in via dei Termini, sempre dopo la mezzanotte.

«In quest’ultimo caso era rimasto coinvolto un italiano ma ad oggi non ha presentato querela. Lo aspettiamo, altrimenti il nostro lavoro si ferma all’identificazione di due albanesi che erano scappati all’arrivo della pattuglia», ha spiegato il colonnello Michele Tamponi in tarda mattinata, a margine di una conferenza stampa al comando di viale Bracci su un’altra vicenda. Restava da chiarire l’episodio cardine, distinto e separato dal primo, almeno apparentemente. E anche da un terzo avvenuto intorno alle 5 quando c’era stato solo un diverbio fra un paio di coppie e un gruppo di ragazzi.

LEGGI IL SERVIZIO NEL GIORNALE IN EDICOLA