Siena, 16 marzo 2017 - Lancia il bus a tutta velocità con a bordo cinquanta pendolari prima di essere fermato dalla polizia stradale. L'episodio è avvenuto sulla Firenze-Siena, "l'Autopalio", nei pressi di Colle Val d'Elsa in un tratto in cui, a causa di un cantiere, il limite di velocità è di 40 all'ora, mentre l'autista aveva lanciato il pullman a 90 all'ora, quindi più del doppio del limite.

Quel tratto di strada è insidioso e, per questo motivo, la Polstrada lo monitora ogni giorno. Proprio lì, lo scorso febbraio i poliziotti fermarono un altro bus con un gruppo di studenti, ritirando la patente all’autista per eccesso di velocità. La scena si è ripetuta due giorni fa: gli agenti hanno visto la sagoma del pullman che si avvicinava troppo velocemente e, giunto a tiro, hanno intimato l’alt all’autista.

L'uomo, di 29 anni, non aveva attivato neppure la scatola nera del mezzo, al fine di non registrare i dati di bordo, tra cui i suoi tempi di guida e di riposo. La Polstrada gli ha sospeso la patente, decurtato sedici punti e inflitto una multa di circa 2mila euro. L’azienda che gestisce il servizio di linea ha inviato sul posto un bus sostitutivo, per consentire ai pendolari di giungere a Firenze.