Siena, 28 dicembre 2017 - NEL 1908 quando Alessandro Galleri lo aprì era il ‘Bazar 44’, uno dei primi negozi generalisti del centro storico di Siena, all’angolo fra Banchi di Sotto e Chiasso Largo, a due passi da piazza del Campo: vendeva tutto, dai casalinghi alla merceria, ai giocattoli. Poi alla guida arrivò Maria Rosa, figlia di Alessandro e la vendita si andò affinando, a metà fra il bazar e i giocattoli. Infine, 25 anni fa la svolta e il Bazar 44 divenne ‘Galleri giocattoli’, con dietro al bancone Silvia Mellini, figlia di Maria Rosa e nipote di Alessandro: il primo negozio esclusivamente di giocattoli del centro. Un’attività commerciale che però, alla terza generazione, dopo 110 anni, saluta la scena e chiude i battenti (il 28 febbraio prossimo).

«Sono in età da pensione e i figli hanno preso un’altra strada, per cui mi fermo qui, purtroppo – conferma la titolare Silvia –. Oggi mantenere in vita un negozio singolo, da soli, in un centro storico è difficile. Tanto più quando al di fuori ci sono grande distribuzione e i colossi delle vendite on line, Amazon e gli altri. Certo se avessi dieci anni in meno non mollerei: anche con una concorrenza agguerrita in tutti questi anni ne è comunque valsa la pena. Per me oggi è il dolore più grande della vita, ma anche un passaggio cui tutti arriviamo. Sono però contenta che almeno non venga snaturata completamente la scena, all’imbocco del Chiasso Largo: dopo i giocattoli qui arriverà un altro bel negozio senese».

LEGGI IL SERVIZIO NEL GIORNALE IN EDICOLA