Castelnuovo Magra, 14 gennaio 2018 - L’isolotto dei rifiuti servirà per rafforzare i sistemi di raccolta e smaltimento che il Comune di Castelnuovo Magra ha già in funzine da tempo. Oltre alla prima isola ecologica in grado di ricevere ingombranti, olii esausti e materiale speciale l’amministrazione ha avviato il sistema di raccolta porta a porta sia per abitazioni che attività commerciali. Ma al progetto mancava ancora un tassello. E l’idea inaugurata ieri è innovativa e garantisce un servizio aggiuntivo. I residenti, infatti, avranno a disposizione una sorta di container tecnologicamente avanzato e suddiviso in più vani in grado di raccogliere la differenziata. Il casottino progettato dalla società “Ecocontrol” è stato sistemato di fronte al cimitero dell’Angelo, protetto e alimentato dalla tettoia del grande pannello fotovoltaico. I residenti, a qualsiasi ora del giorno e della notte, potranno conferire rifiuti avendo l’accesso agli scompartimenti attraverso la tessera sanitaria. Un computer leggerà l’identità e successivamente passando la mano sui vari schermi si apriranno le finestre dove scaricare organico, carta, secco, palstica, metalli tutti rigorosamente separati.

«NON DEVE essere sostitutiva dell’isola ecologica di via Carbone né del porta a porta – hanno spiegato il sindaco Daniele Montebello e Sergio Angelinelli rappresentante di Ecocontrol – ma una valvola di sfogo a chi per distrazione, assenza oppure per altre ragioni anche causate dal mancato ritiro non sa dove tenere i rifiuti. In questo modo può conferirli in ogni momento. Qualora gli scomparti siano pieni la macchina non si apre anche se all’interno ci sono dei sensori collegati direttamente con Acam e Maris che segnalano la necessità di svuotarli per consentire dunque nuovi conferimenti». Il costo della strumentazione è di 25 mila euro.

m.m.