Sarzana, 7 dicembre 2017 - GRAVISSIMO infortunio l’altra  sera sul campo Berghini a Sarzana per un giovanissimo calciatore di appena 11 anni travolto dalla porta di allenamento. Il bambino, colpito alla testa, è stato trasportato al Gaslini di Genova e nella notte, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. L’operazione è perfettamente riuscita e le sue condizioni sono in via di miglioramento, anche se la prognosi resta sempre riservata. Sulla vicenda è stata  aperta un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica della Spezia ed è stata sequestrata la porta che ha causato l’incidente.  Sono stati momenti di paura e grande apprensione per tutti l’altra sera attorno alle 19,30 al campo da calcio Berghini di Sarzana, in modo particolare per i  genitori del bimbo che sono subito intervenuti  e non l’hanno abbandonato un solo istante, restando sempre al suo capezzale.

Fra l’altro non è ancora chiaro come sia potuto accadere un infortunio del genere. Secondo una prima ricostruzione, attorno alle 19.30 l’allenamento della squadra giovanissimi della Tarros di cui fa parte anche il bambino ferito era di fatto concluso. L’allenatore della squadra Luigi Albino stava raccogliendo il materiale usato per la seduta quando si è voltato e ha visto il giovane calciatore a terra con la porta che gli era caduta addosso colpendolo al capo. A quel punto Albino è stato il primo a soccorrerlo. Quindi è stato chiesto l’intervento del 118 , è arrivata un’ambulanza della Pubblica assistenza di Santo Stefano Magra  che l’ha trasportato,in un primo tempo  al pronto soccorso dell’ospedale della Spezia, ma viste le sue condizione i medici del Sant’Andrea hanno  deciso l’immediato trasferimento all’ ospedale Gaslini  di Genova dove nella notte il bambino è stato sottoposto ad un  delicato intervento chirurgico.

SECONDO le informazioni che arrivano dal centro ospedaliero  per i bimbi del capoluogo ligure le su condizioni sono in via di miglioramento, anche se la prognosi resta riservata. «Appena saputo dell’accaduto - dice il presidente della Tarros Gianfranco Pietrobono - sono subito corso all’ospedale della Spezia, sono rimasto in contatto per sapere le condizioni del ragazzo. Abbiamo vissuto momenti di grande tensione e paura, per fortuna le notizie che sono arrivate ieri pomeriggio dal Gaslini  sono confortanti. Non so come sia accaduto l’infortunio e come la porta da gioco l’abbia colpito.  L’allenatore Albino era voltato di spalle per raccogliere il materiale che viene usato per le varie sedute, appena si è reso conto dell’accaduto ha pensato  solo a soccorrere il bimbo».