Sarzana, 31 luglio 2017 - SI SONO mescolati ai clienti che in quel momento affollavano la libreria Mondadori nella centralissima via Mazzini, ma i libri non erano il loro obiettivo. Sono riusciti a non farsi notare malgrado, o forse proprio grazie alla folla che curiosava e comprava, mentre prendevano un paio di forbici appoggiate su un bancone, con quelle cercavano di forzare la porta dello sgabuzzino in fondo al negozio, non riuscendoci la aprivano a spallate. E sono riusciti a passare inosservati anche quando, afferrata la cassaforte e nascondandola in qualche modo, riattraversavano tutto il negozio e si allontanavano indisturbati.

Un furto clamoroso quello messo a segno sabato notte nel centro storico di Sarzana affollatissimo. La scoperta solo intorno alla mezzanotte quando la commessa della libreria ha chiuso il negozio ed è andata nello sgabuzzino per riporre nella piccola cassaforte anche l’incasso della giornata. Uno choc per lei: la portaaccostata e scardinata, la luce accesa e la cassaforte sparita con gli incassi di tutta la settimana.

«Mi ha subito telefonato – racconta la titolare Elena Torelli – ero uscita neppure un’ora prima ed ero in un locale vicino con degli amici. Mia figlia Giorgia era entrata nello sgabuzzino, dove c’è anche il bagno, alle 22 e 45 ed era tutto a posto. In quel momento il negozio era pieno di gente. Non so come siano riusciti senza farso notare a forzare la porta e ad uscire con la cassaforte che è piccola ma tanto pesante che io non riesco a sollevarla. Certamente devono avere agito in più d’uno e sono riusciti a coprirsi per non attirare l’attenzione degli altri clienti. E’ una cosa incredibile ormai non si può più neppure lavorare tranquilli, bisogna gioire che abbiano fatto un furto e non una rapina. Certo che hanno avuto un gran sangue freddo. Purtroppo nella cassaforte c’era l’incasso di tutta la settimana: l’ultimo versamento l’avevo fatto lunedì. Certo, non avrei mai immaginato che potesse succedere una cosa del genere».

Appena scoperto il furto le titolari della libreria Mondadori hanno chiesto l’intervento dei carabinieri. La notte si è prolungata oltre il previsto per le commercianti. La pattuglia della radiomobile della compagnia di Sarzana ha effettuato il primo sopralluogo all’interno del negozio, che si estende da via Mazzini alla retrostante via dei Giardini, per verificare se i ladri avessero lasciato qualche traccia che possa portare alla loro identificazione. Sembra certo comunque che avessero ben studiato la libreria e il lavoro degli addetti prima di entrare in azione.

E.R.