Sarzana, 27 gennaio 2019 - Si sono ritrovati tutti in strada ieri mattina ma... a passo di lumaca, proprio sotto l'autovelox. E hanno garantito la sicurezza, ma non la pazienza, degli automobilisti che in quel momento si trovavano a transitare sulla Litoranea a Fiumaretta, nel Comune di Ameglia.

L'esercito dei multati ha paralizzato il traffico sulla Provinciale dove è stato "abbattuto" dalla 'macchinetta' installata ad agosto per garantire, come ha spiegato il Comune, la sicurezza dei cittadini: in sei mesi oltre diecimila multe. C'è chi ha preso anche trenta multe, per un conto totale di svariate migliaia di euro, chi è stato "beccato" due volte in un minuto, chi ci ha lasciato lo stipendio e chi tutti i punti della patente. Armati di cartelli, sorvegliati dalle forze dell'ordine, ieri si sono ritrovati in un'ottantina sotto l'occhio elettronico che da mesi non lascia scampo a chi supera i 50 km all'ora in un rettilineo su cui il limite, fino a qualche anno fa era dei 70.

E' nato un comitato di cui portavoce è la biologa Sara Castagna. Il neurologo Eugenio Cibei, anima la protesta armato di megafono. Per tutti quel limite è troppo basso in una strada extraurbana senza problemi di sicurezza, con cartelli fino a novembre poco visibili. Dal Comune, sommerso dai verbali e dall'ira dei pendolari, è già partita la richiesta di rialzare il limite indirizzata alla Provincia, proprietaria della strada. Intanto, per il momento, le multe restano e i multati studiano una class-action.