Sarzana, 8 novembre 2017 - Gli ambulanti dicono basta alle polemiche. Lo fanno attraverso le associazioni di categoria che difendono il trasferimento del mercato settimanale in piazza Matteotti e prendono posizione sulla programmazione di eventi per le feste natalizie. Amministrazione comunale “assolta” per lo spostamento dei banchi legato ai lavori in piazza Martiri e la mancanza di soluzioni alternative. Ma dalle associazioni arriva l’invito a organizzare manifestazioni natalizie nella piazza principale della città. «Fermo restando che anche quest’anno il Natale cadrà il 25 dicembre – sottolineano in un documento Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato – ci chiediamo come si voglia utilizzare il tempo a disposizione. E’ vero che piazza Matteotti non potrà essere utilizzata per la pista di pattinaggio, ma rimangono pur sempre 6 giorni della settimana in cui poter organizzare iniziative di qualità che possano coinvolgere il centro storico nella sua interezza». «Premesso che il Laurina è un importante progetto per la città anche per il commercio, – sostiene Carola Baruzzo (Cna) – abbiamo fatto più incontri con l’amministrazione per capire se c’erano alternative a piazza Matteotti per i banchi ma non si sono trovate. E’ saltata la pista di pattinaggio, nulla vieta però di fare altre manifestazioni, e si possono anche usare le vie del centro per le feste natalizie. Noi siamo disponibili a dare una mano per fare un programma natalizio di qualità che possa essere di giovamento ai commercianti. L’importante è che non si approfitti di questa situazione per creare uno scontro fra ambulanti e commercianti».

«ABBIAMO voluto fare chiarezza su quanto sta accadendo, – dice Lorenzo Servadei (Confcommercio) – visto il documento di un gruppo di commercianti che dava la colpa agli ambulanti per l’assenza della pista di pattinaggio. Sono tre anni che i lavori al Laurina dovevano partire e si sapeva: è una situazione di emergenza. Inutile però fare una guerra. Parlando con i nostri associati che hanno il negozio in centro non ho sentito astio e rancore nei confronti  degli ambulanti». Per «Sono tre anni che opero alla Confesercenti e che sento parlare di questo problema si è aspettato fino all’ultimo per non creare disagio a nessuno – dice Fabio Lombardi (Confesercenti) – . Era noto da tempo che i banchi dovevano trasferirsi in piazza Matteotti, quindi nessuno venga a dire che non lo sapeva». «E’ chiaro che la presenza del mercato Il giovedì – sostiene Bernando Vincenti di Confartigianato – preclude solo manifestazioni di lunga durata. Quindi negli altri giorni è possibile organizzare qualcosa». «Valuteremo cosa fare – dice Alessandro Ferrarini, presidente del Consorzio Csss – anche se per organizzare manifestazioni servono contributi e parte delle risorse arrivavano anche dagli utili della pista di pattinaggio che ha richiesto da parte nostra grossi sacrifici per la gestione. Il consorzio si impegnerà a fare il massimo, nel frattempo stiamo lavorando per la mostra di Andy  Warhol avremo un punto vendita da gestire. Non voglio fare polemiche però c’erano state molte critiche per la pista di pattinaggio, ora sembra che tutti la vogliono».