Ameglia, 12 dicembre 2017 - È passata la piena del fiume Magra che ha tenuto per tutta la notte e stamani in apprensione lo Spezzino. Il picco massimo alle 4 della notte tra lunedì e martedì, poi lentamente il livello del fiume è calato. Ora il Magra è appena sopra il primo livello di attenzione, ma la situazione è in miglioramento. Il fiume è esondato in più punti: a Bocca di Magra e Fiumaretta, nel Comune di Ameglia, ad Arcola e a Vezzano Ligure. A Bocca di Magra e Fiumaretta ha allagato alcune abitazioni, strade e scantinati. Ad Arcola due famiglie sono state sfollate e altre due sono state invitate a salire ai piani alti dell'abitazione, durante la notte, ma stamani la situazione è tornata alla normalità. A Vezzano Ligure, in località Boettola, si sono allagati piani bassi di due abitazioni dove vivono tre famiglie, e è stato salvato un senza tetto che durante l'ondata di piena è stato trovato in un container.

IL SINDACO DI AMEGLIA: "PIENA ECCEZIONALE" - «Una piena del Magra eccezionale, non tanto per il livello raggiunto dal fiume quanto per la durata». Il sindaco di Ameglia Andrea De Ranieri fa il punto della situazione, quando ormai il pericolo sembra superato. «Il picco c'è stato stamattina alle 4 in punto, ma la piena del fiume è durata da ieri sera a stamani per oltre 12 ore. Qualcosa che da queste parti è difficile ricordare». Adesso, assicura il primo cittadino, «il fiume non fa più paura. Qualche disagio e allagamento nelle zone di Bocca di Magra e di Fiumaretta, dove il limo si è depositato su alcune strade e ai piani terra di alcune abitazioni dove sta intervenendo la protezione civile provinciale. Stiamo facendo il punto sui danni ma al momento sembrano limitati».