Sarzana, 2 febbraio 2018 - Lo hanno salvato la sua prontezza di riflessi e due passanti. Lui, 78 anni, camminava tranquillo lungo via Dante Alighieri alle 11,30 del mattino e mai avrebbe pensato di essere aggredito all’improvviso in pieno giorno a pochi passi dal centro città da due “balordi” armati di taglierino. Ora è aperta la caccia della polizia ai rapinatori mancati, probabilmente due giovani italiani, e le indagini dovrebbero andare a buon fine grazie anche all’aiuto delle testimonianze e delle telecamere installate nella zona.

Il pensionato sarzanese stava passeggiando tranquillo, con un ombrello sotto braccio, nella strada che costeggia il torrente Calcandola dove sorge lo stabile in cui l’Asl spezzina ha aperto da diversi anni il Servizio di recupero delle tossicodipendenze. All’improvviso due giovani, poco prima seduti su una panchina, gli si sono parati davanti e, puntandogli contro un taglierino, gli hanno ordinato di consegnare loro il suo portafogli. Malgrado la sorpresa e la paura l’uomo è riuscito a reagire, ha cercato di difendersi con l’ombello che aveva in mano ma nella colluttazione con i rapinatori è finito a terra.

A quel punto i due hanno cercato di sfilargli il portafoglio che teneva in tasca per prendere il denaro ma la caduta del pensionato ha complicato le manovre. Provvidenziale è stato il passaggio di un’automobilista che ha visto la scena, ha rallentato per rendersi conto di quanto stava accadendo, e il precipitoso arrivo di un passante, un cinquantenne che si trovava poco distante. L’uomo ha cominciato a urlare poi è corso verso l’anziano per aiutarlo e a quel punto la coppia è fuggita in direzione opposta. Per fortuna nella collutazione il pensionato non ha riportato ferite.

Quando si è ripreso dallo choc si è diretto al Commissarato per  presentare denuncia. Sulla vicenda sono subito partite le indagini della squadra anticrimine per individuare i responsabili dell’aggressione non andata a buon fine solo grazie al tempestivo intervento di un passante. L’ipotesi è che si tratti di balordi, anche se l’episodio non viene sottovalutato. Gli investigatori del commissariato di Sarzana hanno subito raccolto le testimonianze e controllato le eventuali telecamere installate nella zona che potrebbero aver ripreso i rapinatori al loro arrivo o durante la fuga.