S.Stefano Magra, 1 agosto 2017 – Pranzo in mensa e trasporto scolastico saranno garantiti soltanto agli studenti in regola con il pagamento delle quote stabilite dal Comune di Santo Stefano Magra. Nel rispetto delle famiglie che puntualmente saldano le tariffe prestabilite per consentire ai propri figli di usufruire dei servizi aggiuntivi previsti dagli istituti scolatici del territorio l’ente ha deciso di usare il pugno di ferro.

DALLA prossima stagione quindi pranzare in mensa e prendere il pullmino per andare e tornare da scuola sarà consentito soltanto a chi eseguirà mensilmente il pagamento delle...tasse. Sono tanti infatti i morosi che nonostante i tentativi di rateizzo avviati dall’ente ancora non hanno provveduto al saldo. Da tenere presente inoltre che, nei casi particolari di famiglie in difficoltà, è lo stesso Comune a provvedere al pagamento delle rette così come sulla base dell’Isee vengono stabiliti differenti parametri di costo. Ma dall’inizio del prossimo anno scolastico l’ente ha deciso di tutelarsi e garantire il servizio soltanto a chi risulta in regola con i debiti relativi all’anno 2016-17 se non addirittura a quelli precedenti. Inoltre anche l’eventuale richiesta di rateizzo del pagamento dovrà avvenire soltanto col il Rid bancario che costituisce una sorta di garanzia per il Comune. La rivoluzione è stata comunicata ai capifaiglia che in questi giorni stanno ricevendo le lettere informative e la convocazione dal prossimo 28 agosto per le iscrizioni al servizio mensa e trasporto per i bambini delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria.

Le famiglie dovranno presentarsi dal 28 agosto al 22 settembre all’ufficio della pubblica istruzione in via Turati da lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 per procedere all’iscrizione e fornire la documentazione necessaria per le agevolazioni. In questo caso dovrà essere presentato l’Isee dell’anno 2015. Inoltre iscrivendosi al sito del Comune di Santo Stefano Magra sarà possibile consultare direttamente il saldo dei pasti consumati che potranno essere pagati in contanti, Pos oppure con bollettino Iban entro il giorno 20 del mese successivo.