Sarzana, 15 gennaio 2018 - Una notte da incubo per un cinquantenne sarzanese,  imprenditore molto conosciuto, picchiato a sangue da cinque energumeni, col setto nasale fratturato e un trauma cranico, addirittura colpito con un calcio alla testa mentre era già terra, impossibilitato a difendersi. E’ avvenuto  a Sarzana nella centralissima piazza San Giorgio, in quel momento piena di gente, nessuno però è intervenuto in suo soccorso solo la sua compagnia e una coppia di amici, un uomo ed una donna, hanno cercato di prestargli aiuto ma sono state bloccati e sopraffatte  dagli assalitori. 

Gli altri tutti fermi, facendo finta di nulla. L’uomo è stato poi trasportato all’ospedale  di Sarzana dove ha avuto 28 giorni di prognosi. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della compagnia di Sarzana che hanno raccolto già numerosi indizi.

E’ accaduto attorno a mezzanotte e mezza nella notte fra sabato e domenica. L’uomo era stato stato a cena con la sua compagna  e un altra coppia di amici ed aveva parcheggiato la sua auto nei pressi della Parafarmacia in piazza San Giorgio. Anche ieri  pomeriggio l’uomo aggredito si è dovuto sottopporre ad una visita all’ospedale di Sarzana  per le ferite riportate. Questo il suo drammatico racconto: «Stavo risalendo in auto, che avevo parcheggiato nel posteggio di piazza san Giorgio, ero con la mia compagna con la quale era stato a cena in un locale del centro.C’era una persona che stava orinando sulla colonnina  e un altro sulla vetrina del negozio di Lorenzelli, a neppure un metro dalla mia auto. Salendo nella vettura ho detto semplicemente vai a fare i tuoi bisogni al bar, uno ha fatto una brutta faccia l’altro invece mi ha mandato a quel paese, sono andato da quello che mi ha risposto e sono stato aggredito selvaggiamente.  Mentre ero a terra mi è arrivata anche una scarpata in faccia«.

«La cosa  brutta - prsosegue il 50enne - che sicuramente mi ha fatto più male è stata l’indifferenza della gente che si trovava nella zona. Nessuno è intervenuto. Tutta piazza San Giorgio, dove c’erano -numerose persone,  è stata a guardare, nessuno ha detto neppure una parola. Di gente ce ne era tanta. Sono rimasti tutti fermi. Guardando mentre mi stavano picchiando selvaggiamente. Solo la mia compagna e una sua amica, si sono gettate nella mischia hanno cercato di aiutarmi ma sono state blccate«.

A quel punto quando i cinque se ne sono andati salendo sulla loro auto sono partiti i soccorsi con l‘aggredito che perdeva sangue abbondamente soprattutto dal volto. All’ospedale ha riportato una frattura del setto nasale e un lieve trauma cranico. La prognosi di guarigione è stata di 28 giorni. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri del reparto operativo della comagnia di Sarzana  che hanno avviato le indagini. Ieri mattina il 50enne sarzanese ha formalizzato la denuncia.  I cinque avrebbero le ore contate, visto che i militari avrebbe già raccolto indizi sufficienti per arrivare alla loro identificanzione e alla conseguente denuncia.