Prato, 2 gennaio 2018 - Il podismo non va in vacanza nemmeno a capodanno. Come da tradizione, infatti, la Podistica Pratese del presidente Raffaele Moccia ha chiamato a raccolta un nutrito gruppo di coraggiosi che, poche ore dopo il veglione di San Silvestro, hanno indossato le scarpette per la corsa a coppie alle Cascine di Tavola. Un appuntamento tradizionale e originale, strutturato in modo da premiare «non sempre i soliti»: infatti la classifica è composta dalla somma dei tempi della coppia, due numeri di pettorali identici ma di colore diverso. Ognuno fa la sua gara sul percorso di 7,5 chilometri con il proprio passo, alla fine la somma aritmetica dà il risultato. E non è tutto: il compagno di corsa è assegnato a sorpresa così sul podio può finire anche chi non pensava proprio di riuscirci.

Ai nastri di partenza si sono presentati in circa 140; chi non aveva voglia di portare in fondo il percorso competitivo ha potuto virare su quello non competitivo di 3,5 chilometri. L'incasso andrà alla onlus pratese Regalami un sorriso.

Del resto la Podistica Pratese non è nuova a formula originali: un’altra delle sue corse singolari è quella «a peso» dove la bilancia influisce in maniera determinante sulla graduatoria. Ma nel 2018 la corsa a peso non cisarà perché la Pratese sta lavorando a un grande appuntamento che porterà finalmente anche a Prato una maratona.

Per la precisione si tratta di una ecomaratona (ma sarà possibile correre anche la mezza) sulla distanza regolamentare di 42,195 chilometri: la partenza sarà da Tavola e il percorso (pianeggiante) si svilupperà nel verde attraversando quattro comuni, cioè Prato, Poggio a Caiano, Carmignano e Quarrata, con passaggi dal parco del Bargo, da Seano, dalla villa La Magia. Insomma, un appuntamento che si preannuncia davvero interessante anche dal punto di vista agonistico e che richiamerà partecipanti da tutta la Toscana e da fuori i confini regionali. L’organizzazione procede spedita e fra pochi giorni l’appuntamento verrà presentato ufficialmente con tutti i dettagli sul percorso e le modalità di iscrizione.

ORDINE D’ARRIVO. 1) Simone Pierotti-Sergio Bianchi 57’04’’; 2) Fabio Mannucci-Andrea Mugnaini 57’46’’; 3) Mattia Treve-Massimiliano Bozzi 58’48’’; 4) Moreno Stefanini-Alberto Frediani; 5) Marco Paoletti-Giacomo Pizzicori; 6) Atanas Craparo-Aldo Afflitto; 7) Marco Paoletti-David Pellegrinotti; 8) Riccardo Brilli-Antonio Petrillo; 9) Daniele Rossi-Paola Pignanelli; 10) Massimiliano Baldi-Daniele Giovannetti; 11) Giuliano Burchi-Moreno Deiana; 12) Bruno Graziano-Roberto Bessi; 13) Fabio Rossi-Valentina Dami; 14) Giacomo Nacati-Cristiano Michelagnoli; 15) Samuele Bessi-Maida Mei; 16) Massimo Rosadi-Vincenzo Pastore; 17) Fabrizio Zulfanelli-Denis Villani; 18) Massimo Tredici-Marco Ceccarelli; 19) Andrea Baldini-David Meciani; 20) Enzo Di Giuseppe-Marco Mattei; 21) Federico Frosadi-Miria Rosadi; 22) Riccardo Breschi-Alessio Malena; 23) Mario Vanello-Sandro Piccini; 24) Marcello Bacci-Luca Conti; 25) Gianfranco Ciccone-Anna Di Pietro; 26) Vinceno Meola-Enrico Filippetti; 27) Umberto Degli Esposti-Felice Portofranco; 28) Matteo Lembi-Mario Giorgi; 29) Maria Amelia Naldi-Antonio Rateni; 30) Pietro Pasquetti-Riccardo Cosetto; 31) Santi Santangelo-Barbara Brunetti; 32) Alessandra Pinna-Alessio Panerai; 33) Armando Attucci-Andrea Torrini; 34) Renato Mastropieri-Leandro Franchi; 35) Andrea Nistri-Massimiliano Gori; 36) Gaetano Morrone-Camelia Barbei; 37) Lucia Donati-Alberto Bellosi; 38) Luciana Aresu-Patrizia Centore; 39) Rosanna Padoan-Placido Panarello; 40) Luca Magni-Laura Frati; 41) Francesco Becheri-Roberto Vincenzo; 42) Giacomo Iadevaia-Paolo Rossi; 43) Giuliano Barcacci-Claudia Chianic; 44) Luca Zeni-Raffaele Moccia; 45) Filippa Battaglia-Carla Bicchi.