Prato, 19 aprile 2017 - Sono terminati i lavori di riqualificazione di via Foscolo, ultimo tassello della viabilità intorno al nuovo ospedale Santo Stefano. Le opere, avviate dall'assessorato alla Mobilità del Comune nel luglio 2015, hanno del tutto cambiato l'aspetto della strada: la carreggiata - 350 metri dalla rotatoria con via Suor Niccolina infermiera a via Ciulli - è stata divisa in due corsie parallele con la pista ciclabile al centro e doppio filare di alberi (47 peri e 5 tigli), occupando lo spiazzo sterrato che veniva impropriamente utilizzato come parcheggio da molti utenti dell'ospedale. Quindi non solo una risistemazione stradale, ma anche un intervento di mitigazione ambientale che i residenti chiedevano da tempo, con un sistema più razionale della sosta e parcheggi riservati. Stamani il sindaco Matteo Biffoni, accompagnato dagli assessori Filippo Alessi alla Mobilità e Monia Faltoni al Bilancio, ha fatto un sopralluogo per verificare la chiusura dei lavori e il nuovo assetto della strada:

«E' una nuova viabilità che migliora la qualità della vita nella zona, in cui l'apertura del nuovo nosocomio ha sicuramente portato più transito - afferma il sindaco Biffoni - Siamo veramente soddisfatti del risultato, perchè è un intervento che andava fatto a completamento della viabilità dell'ospedale, con un percorso partecipativo che ha coinvolto i residenti». «I flussi veicolari sono stati divisi in due con il filtro verde creato dagli alberi al centro - aggiunge l'assessore alla Mobilità Filippo Alessi - Si tratta di un intervento di mitigazione del traffico con cui siamo andati incontro alle richieste degli abitanti della zona, che si sono trovati stretti dal sorgere del nuovo ospedale con una viabilità da adeguare e una sosta insufficiente». I posti riservati ai residenti tra le corsie lungo la pista ciclabile, contrassegnati da una "R", sono 60, più altri 15 liberi a striscia bianca. A questo intervento di riqualificazione si aggiunge quello realizzato contestualmente in via Pietri, con piantumazione degli alberi, sistemazione dei parcheggi e dei marcipiedi e riasfaltatura. L'importo complessivo delle opere è di 300mila euro.

Il passo successivo per l'amministrazione comunale sarà un accordo con la Regione Toscana, proprietaria dei terreni dalla parte dell'ospedale, delimitati da una rete di recinzione, per realizzare un bosco urbano sul lato destro di via Foscolo, andando verso Galciana, come ulteriore intervento di mitigazione ambientale. Come ha sottolineato l'assessore Alessi, la riqualificazione di via Foscolo incrementa anche la mobilità ciclabile dell'area, con un nuovo tratto connesso da una parte con la rete delle piste di Galciana e dall'altra con la pista ciclabile di via Suor Niccolina Infermiera. Sono in corso le procedure di esproprio per realizzare un nuovo tratto che attraverso l'area dell'ospedale si riconnetterà con la pista di via Scarlatti e con la Stazione ferroviaria di Borgonuovo, realizzando così un percorso ciclabile sicuro tra Galciana e San Paolo, oltre che un importante servizio di mobilità intermodale. L'intervento, per un costo di circa 180mila euro, dovrebbe essere terminato entro l'autunno.