Prato, 14 gennaio 2018 - Sigilli al magazzino e al negozio Stock House Abbigliamento di Grignano, attaccati dall’incendio scoppiato intorno alle 20.30 di venerdì. Ieri mattina i vigili del fuoco della sezione di polizia giudiziaria hanno posto sotto sequestro l’area devastata dalle fiamme su disposizione del sostituto procuratore Lorenzo Boscagli. I vigili del fuoco hanno impiegato tutta la notte prima per domare il rogo e poi per bonificare il magazzino, distrutto dall’incendio. Il negozio invece è danneggiato, ma tutto sommato salvo. Il sequestro è una prassi che permette ai vigili del fuoco di compiere le indagini nella ricerca delle cause che hanno scatenato le fiamme. Ancora da individuare le cause del rogo.

Agostino Morotti, il titolare di Stock House, ieri mattina è stato ascoltato in caserma dai vigili del fuoco. «Ho risposto a tutte le domande che mi hanno rivolto. Ancora non si conoscono le cause che hanno innescato l’incendio - dice stanco e sconvolto - i tecnici stanno vagliando tutte le ipotesi. Ripeto che non abbiamo mai avuto problemi con nessuno e tanto meno abbiamo ricevuto minacce. Da questo punto di vista siamo tranquilli, tutti in città ci conoscono e nessuno ci vuole male.

Siamo increduli, non sappiamo davvero cosa possa essere accaduto». Magazzino e negozio sono chiusi: alla porta è stato apposto il foglio del sequestro. Ancora difficile quantificare i danni economici causati dalla furia delle fiamme. «Per il momento non è possibile calcolare l’entità dei danni subiti. L’incidente risale a poche ore fa e il negozio era pieno di merce. Sono 28 anni che svolgo questo lavoro e ho quattro persone che lavorano qui insieme a me. Le pareti del negozio sono annerite, i danni in questo caso saranno inferiori rispetto a queli riportati dal magazzino».